Home Cultura Cinema

Un altro giro

Esiste una teoria scientifica per cui saremmo dovuti nascere con un quantitativo di alcol nel sangue che invece non c’è stato riconosciuto. Così, partendo da un assunto semi-scientifico, Thomas Vinterberg, regista dallo sconfinato talento visivo, presenta Un altro giro, un film in cui uno straordinario Mads Mikkelsen compie una trasformazione in diretta, da professore logoro, noioso a ringiovanito viveur, pieno di spunti e di vita. Un altro giro è un film duro e spigoloso, nonostante sia molto piacevole da vedere, perché è un film che parla di cambiamento, interiore e profondo, e consiste in un enorme specchio per lo spettatore che si ritroverà per forza dall’una o dall’altra parte rispetto al protagonista.

Regia: Thomas Vinterberg

Ads

Sceneggiatura: Thomas Vinterberg

Interpreti: Mads Mikkelsen, Thomas Bo Larsen, Magnus Millang, Lars Ranthe, Maria Bonnevie

(DAN 2020)

Marco Etnasi

 

Previous articlePlanetario dell’EUR, accelerano i lavori per riaprire subito dopo l’estate
Next articlePreferenziali Marconi e Portuense: storie diverse, ma entrambe controverse