Home Cultura

La cultura per rilanciare le periferie

SHARE
lezioni di storia

È stato presentato presso l’Istituto Nazionale di Storia Antica il progetto “Lezioni di Storia: Special Edition”

STORIA AL QUADRARO – Alcuni degli studiosi romani più autorevoli, fra cui Andrea Giardina, Alessandro Portelli, Andreina Ricci e Vittorio Vidotto, hanno deciso di trovare una nuova location per le loro celebri “Lezioni di storia”, che finora si sono svolte nelle sale dell’Auditorium Parco della Musica. Le lezioni, che si svolgeranno dal 23 novembre al 22 febbraio, troveranno la loro cornice presso il Circolo sportivo Arca, in via degli Angeli 146, nel quartiere del Quadraro.

RIVALUTARE CENTOCELLE – “Questa ‘special edition’ ci rende molto orgogliosi e fa parte di una più ampia mobilitazione – ha dichiarato il Presidente del Municipio V, Giammarco Palmieri – dei Comitato di quartiere e delle Associazioni di zona, per attirare l’attenzione sul patrimonio storico e naturalistico del Parco Archeologico di Centocelle, sostenendo il percorso che il Municipio Roma V e Roma Capitale hanno intrapreso per la sua bonifica e per la delocalizzazione dei quattro autodemolitori che occupano quasi trenta ettari di Parco”.

CULTURA PER RISANARE – “Alla vigilia dell’investimento di ingenti somme di denaro sul quadrante del Quadraro, occorre mirare gli interventi per evitare inutili sprechi e massimizzare i benefici per il territorio – ha dichiarato l’Assessore municipale alla Cultura, Nunzia Castello – Così come ha giustamente dichiarato Minoli in conferenza stampa: usare la cultura come veicolo del risanamento del territorio e dare alla cultura il ruolo che si merita. Noi vogliamo dare al Parco Archeologico di Centocelle il ruolo storico e ambientale che si merita”.

ORARI – Le lezioni seguiranno il tradizionale orario di quando si svolgevano all’Auditorium: di domenica, dalle 11 alle 12. L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti. L’intero ciclo di lezioni verrà trasmesso all’interno della trasmissione “Mix 24” in onda ogni giorno su Radio 24, dalle 9 alle 11.

LA NUOVA METRO C – Anche l’inaugurazione della nuova Metro C muove i passi proprio in quel percorso di risanamento e di rivalutazione delle periferie, di cui molte iniziative culturali si stanno facendo promotrici, come oggi anche le istituzioni che mostrano a tali quadranti un’attenzione volta al rilancio e alla riscoperta. “L’apertura della Metro C (di cui una delle fermate è proprio Parco di Centocelle) – afferma Paolo Masini, Assessore allo Sviluppo delle Periferie, Infrastrutture e Manutenzione Urbana di Roma Capitale – fa fare alla nostra città un passo avanti fondamentale per avvicinare il quadrante est. Grazie all’impegno di Roma Capitale, in primo luogo dell’Assessore Improta, e alla determinazione del Sindaco Marino, si accorcia la distanza con una zona di Roma che per noi rappresenta una priorità massima. La nuova linea della Metro C – ha continuato Masini – attraversa quartieri su cui siamo impegnati da molti mesi in una delicata opera di ‘ricucitura’ del tessuto sociale, culturale e urbano, anche e soprattutto attraverso l’ascolto e il confronto costante con le associazioni di cittadini, i comitati di quartiere, le parrocchie e le altre realtà impegnate sul territorio, con un programma di interventi che già nelle prossime settimane, grazie alla collaborazione di tutti gli assessorati farà vedere importanti risultati sul tema del decoro e dell’illuminazione. Oggi, con l’inaugurazione della metro, questo lavoro corre anche sui binari. Ci piace immaginare questa nuova opera come l’ago per il rammendo di questo territorio”.

Serena Savelli