Home Municipi Municipio IX

Luneur, Santoro: “Uno schiaffo morale ai cittadini e a Roma”

SHARE
luneur giugno2013

Il Presidente del Municipio IX scrive ad Eur Spa per avviare una nuova stagione di trasparenza

“Uno schiaffo culturale e morale quotidiano ai cittadini, ai lavoratori e alle realtà produttive del Municipio e della città”. Così Andrea Santoro, presidente del Municipio IX (ex XII) ha definito la situazione di degrado in cui riversa il parco giochi Luneur da quando è stato chiuso al pubblico.

“Non è solo un monumento abbandonato – spiega il presidente – ma è diventato anche un pessimo simbolo di come dovrebbero essere realizzati i progetti a Roma: assenza di informazione, incertezza nei tempi e degrado urbano”.

A tal proposito, Santoro oggi ha scritto una lettera al Presidente di Eur Spa Pierluigi Borghini: non entrando nel merito della notizia diffusa sugli organi di stampa rispetto all’accordo tra Eur Spa ed un gruppo privato per l’utilizzo del Palazzo della Civiltà italiana, il presidente sottolinea l’importanza di ripristinare un calendario certo sui lavori del Luneur.

“Alla luce della novità di destinare il Palazzo della Civiltà Italiana ad un soggetto terzo mi fa presupporre che finalmente possiamo avere come istituzione locale un cronoprogramma certo per la riapertura del Luneur da presentare in un incontro con i cittadini, gli organi di informazione e la comunità tutta”, ha detto il minisindaco.

La richiesta rivolta a Borghini è pertanto quella “di collaborare attivamente per una nuova stagione di trasparenza attraverso la condivisione delle informazioni che riguardano la valorizzazione degli immobili dell’Eur e il confronto rispetto alle scelte che possono incidere sulla vita sociale, economica e lavorativa della cittadinanza residente nel Municipio IX”.

“Una collaborazione – conclude Andrea Santoro – che consentirebbe di ridare alla nostra città fiducia nel lavoro delle istituzioni”.