Home Municipi Municipio VIII

Municipio VIII: prevista per il primo luglio la Conferenza Urbanistica Municipale

SHARE
logomunVIII

Occasione di incontro ma anche di scontro sui tanti temi caldi del territorio

LA CONFERENZA URBANISTICA MUNICIPALE – Il lungo processo di avvicinamento che porterà alla Conferenza Urbanistica cittadina, pensata per la fine del 2014 sta per arrivare anche nel Municipio VIII, con la Conferenza Urbanistica Municipale prevista per il primo luglio alle ore 17.30 presso l’Urban Center di via Niccolò Odero 13 alla Garbatella. Questa iniziativa viene promossa in tutte e quindici le municipalità dall’Assessorato alla Trasformazione Urbana: “Il dialogo con la città si è interrotto negli anni passati e insieme è cresciuta la sfiducia nei confronti dell’amministrazione comunale – si legge sul sito di Roma Capitale – Per ricostruire questo rapporto è necessario parlare con trasparenza e costruire momenti di partecipazione nei quali riallacciare il filo del dialogo tra urbanistica e società, affrontare senza ipocrisie le numerose criticità esistenti e definire insieme gli obiettivi d’interesse pubblico degli interventi urbanistici”.

L’ITER DELLA CONFERENZA – Il primo incontro della Conferenza Municipale, quello che per il Municipio VIII è previsto per il primo luglio, vedrà gli interventi, oltre che dell’Assessore Caudo e del Presidente Catarci, anche di Comitati e Associazioni interessati alle vicende urbanistiche del territorio. Successivamente si costituiranno dei tavoli di lavoro della durata di due mesi aperti al “contributo di associazioni e comitati presenti sul territorio, con la quale intendiamo venire in contatto con la conoscenza e progettualità diffusa – si legge sul sito del Dipartimento – L’attività del laboratorio è finalizzata alla costruzione di una ‘carta dei valori’ di ciascun Municipio, nella quale sono evidenziate le qualità territoriali che devono essere conservate e messe in valore, gli obiettivi pubblici che si intendono perseguire e le priorità relative all’attuazione degli interventi. In parallelo – conclude – si procederà ad una raccolta e schedatura delle proposte già esistenti riguardanti servizi, attrezzature, viabilità, piste ciclabili, parchi, giardini e simili”. Gli esiti verranno poi riportati nella Conferenza Urbanistica cittadina che raccoglierà le indicazioni emerse durante il percorso di ascolto e lavoro con i singoli municipi.

NON SOLO PROGRAMMAZIONE – Abbiamo chiesto al Presidente del Municipio, Andrea Catarci, un’opinione su questo strumento, per comprendere anche quali saranno i programmi e gli interventi urbanistici che verranno trattati: “Il taglio dell’incontro sarà soprattutto sullo stato delle programmazioni sicuramente, al di la di quello che è il quadro che verrà presentato dal Dipartimento Urbanistica, cercheremo di portare alla luce quelli che sono gli interventi più importanti sul territorio”. Si parlerà sicuramente di I-60, di Piazzale dei Navigatori, di Cava Pace e di tutti gli interventi sulla mobilità che mancano sul territorio. Sarà l’occasione per parlare del ricongiungimento di riva Ostiense con via Ostiense, al momento bloccato per colpa di una tramoggia dell’Italgas pericolante e posta sotto vincolo di archeologia industriale, ma anche del sistema di rotatorie che dovrà interessare via Ardeatina negli incroci con via Vigna Murata e Grotta Perfetta. Un lungo elenco di interventi che non può dimenticare nemmeno i progetti della tangenziale che, attraversando Ottavo Colle, dovrebbe andare a ‘servire’ l’I-60. “Un quadro non molto roseo, anzi – aggiunge Catarci – con tante spine e poche rose”. Il Presidente ha poi chiarito l’importanza della partecipazione in questa Conferenza, soprattutto dei molti Comitati di Quartiere e delle associazioni che da sempre operano e vigilano su questo territorio, come Legambiente e Italia Nostra: “Abbiamo una lunga storia di conferenze urbanistiche, portate avanti con alcuni soggetti storici del territorio, vorrei – conclude – che tra i primi interventi, con quello dell’Assessore Caudo e il mio, ci sia anche quello di Annalisa Cipriani di Italia Nostra”. L’appuntamento del primo luglio si preannuncia caldo, un incontro ma anche, quasi sicuramente, occasione di scontro soprattutto su alcuni interventi dove la conflittualità con i cittadini è ormai radicalizzata.

Leonardo Mancini