Home Notizie Cronaca Roma

Sicurezza: questa mattina il vertice in Campidoglio

SHARE
carabinieri-posto-di-blocco1

Alfano promette 500 uomini in più, mentre il Sindaco parla di videosorveglianza diffusa

L’INCONTRO – Si è svolta questa mattina la riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la sicurezza pubblica in Prefettura alla presenza del Ministro dell’Interno, Angelino Alfano, del sindaco di Roma, Ignazio Marino, del prefetto di Roma, Giuseppe Pecoraro e del questore Nicolò D’Angelo. L’incontro era stato chiesto in più occasioni proprio dal Sindaco Marino, a seguito delle minacce terroristiche rivolte alla Capitale e ai fatti che hanno preceduto la partita Roma-Feynoord

IL SISTEMA DI PREVENZIONE – Il Ministro Alfano, al termine dell’incontro, non ha taciuto sulla difficile situazione che sta subendo la Capitale: “Roma è la città numero uno in Italia dal punto di vista del rischio terrorismo”. Alfano ha poi aggiunto: “Abbiamo messo in campo un piano di prevenzione degli obiettivi sensibili con 1.136 persone impiegate. Avendo già un livello di allerta altissimo dopo i fatti di Parigi abbiamo lavorato con tutti i prefetti d’Italia per aggiornare e rivalutare la lista degli obiettivi sensibili e abbiamo rafforzato i dispositivi di tutela di alcune personalità e luoghi”.

500 UOMINI A ROMA – Allargate le misure di sicurezza per i tanti obiettivi sensibili a Roma. a presidiarli ci penseranno 500 uomini, al momento in addestramento, che verranno disposti nella Capitale dopo Pasqua: “Una serie di obiettivi sensibili ora sono presidiati da Polizia, Carabinieri e Guardia di finanza – ha detto Alfano – Li sostituiremo con i nostri militari che andranno a presidiare obiettivi fissi per riequilibrare la presenza di forze dell’ordine aumentandola nelle periferie”.

SORVEGLIANZA DIFFUSA – È poi il Sindaco Marino a prendere la parola, dichiarando la volontà di arrivare in poco tempo ad un sistema di sorveglianza diffuso su tutta la città: “Sono state tre ore di lavoro concentrate su questioni e soluzioni concrete – ha annunciato il primo cittadino – Una delle soluzioni esaminate per migliorare la sicurezza nella Capitale è un sistema di video sorveglianza diffusa in tutta la città”.

LA VIDEOSORVEGLIANZA – Sono già stati stanziati 47 milioni di euro utili all’attivazione di 198mila punti luce, ha detto il Sindaco. Che poi aggiunge: “Abbiamo calcolato che con altri 28 milioni di euro si può accompagnare a impianti wi-fi. Abbiamo stabilito di vedere se identificare queste somme con risorse interne o esterne. Il Comune mette a disposizione nove strutture per le forze dell’ordine che quindi risparmieranno il costo degli affitti – conclude – Risorse che quindi potrebbero essere una delle fonti per questo nuovo sistema”.

AD