Home Notizie Cronaca Roma

Sull’area dell’ex Fiera di Roma torna lo spettro della vendita

SHARE
exfieraroma

Per far quadrare i conti della Nuova Fiera si pensa a vendere la struttura

TRA LA VECCHIA E LA NUOVA FIERA – Sull’area dell’ex Fiera di Roma torna lo spettro della vendita. Solo poche settimane fa avevamo dato la notizia dell’interessamento di una importante istituzione culturale nell’utilizzo temporaneo di alcuni padiglioni, ma il progetto, raccontatoci brevemente dal Presidente Andrea Catarci, potrebbe non vedere mai la luce. Il motivo va ricercato diversi chilometri più in là, in direzione dell’Aeroporto di Fiumicino. È lì che la nuova struttura fieristica è stata edificata, con l’intento di sostituire i vecchi padiglioni.

LA DECISIONE SULLA VENDITA – L’anno era il 2006 e l’allora Sindaco, Walter Veltroni, tagliava il nastro della Nuova Fiera di Roma. Ad oggi però, dopo dieci anni, non si è rilevata nessuna di quelle ricadute positive che avevano fatto decidere per l’edificazione di un progetto da 400milioni di euro. È per questo che la Investimenti Spa, proprietaria delle aree, ha convocato per il prossimo giovedì un’assemblea dei soci. Scopo della riunione è decidere se vendere la nuova Fiera di Roma oppure saldare i debiti della società con la vendita degli ex capannoni sulla Colombo.

LeMa

 

SHARE