Home Notizie Regione

Sanità: dal 1 gennaio 2017 verrà abolito il ticket sanitario regionale

SHARE
ticket coda repertorio

La tassa aggiuntiva era stata inserita su tre prestazioni sanitarie nel 2008

L’ANNUNCIO – Lo aveva annunciato qualche ora fa il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti: “Buongiorno, oggi firmo un provvedimento che fa giustizia per le persone”. Per poi confermare l’annuncio con l’abolizione, a partire dal 1 gennaio 2017 del ticket sanitario regionale. 

IL TICKET REGIONALE – Questa tassa riguarda tre prestazioni: risonanze e tac (15 euro); specialistica ambulatoriale (4 euro) e Fisiokinesiterapia (5 euro). Il ticket regionale per questi servizi, dal 1° gennaio, non si dovrà più sommare al ticket nazionale della prestazione specialistica (36,10 euro) ed alla quota fissa (10 euro).

INTRODOTTO NEL 2008 – Il ticket regionale era stato introdotto nel 2008 da Marrazzo, ricoprendo anche la carica di commissario della sanità del Lazio.“In quegli anni la sanità della nostra regione era in uno stato di dissesto da tutti i punti di vista – si legge nella nota – i livelli essenziali di assistenza non erano garantiti, il disavanzo sanitario viaggiava intorno sul miliardo e 700 milioni e per questo fu deciso di avviare il commissariamento della sanità del Lazio”.

UN RISPARMIO PER I CITTADINI – Con l’eliminazione di questo tributo i cittadini del Lazio “potranno risparmiare 20 milioni di euro – ha detto Zingaretti – Dopo anni di sacrifici sulle spalle delle famiglie, abbiamo invertito rotta. È stato possibile solo grazie al percorso di risanamento che stiamo portando avanti”.