Home Notizie Cronaca Roma

Municipio VIII: prosegue la mobilitazione contro il centro di raccolta in via Malfante

Martedì il Consiglio Municipale si esprimerà contro l’indicazione del Campidoglio. Intanto cresce l’attenzione sull’alternativa proposta dal Municipio nel deposito AMA di Montagnola

SHARE
Foto: Enrico Lupardini

NAVIGATORI – Diversi cittadini sono tornati in strada per far sentire la loro voce contro la volontà del Campidoglio di realizzare un centro di raccolta di Ama in via MalfanteMunicipio VIII: si torna in strada contro il centro di raccolta in via Malfante. Tra le ragioni del dissenso, appoggiato da tutte le forze politiche municipali, c’è la vicinanza alle abitazioni e ad un presidio della ASL Roma2, oltre che alla chiesa del quartiere.

LA MANIFESTAZIONE

La manifestazione è stata lanciata per sabato 19 dicembre e ha visto la partecipazione di comitati di quartiere, cittadini ed esponenti delle forze politiche municipali. Il Municipio VIII ha espresso in più occasioni la sua contrarietà a questa iniziativa del Campidoglio, allo stesso modo esponenti di opposizione e maggioranza sono tornati a sottolineare l’importanza di rivedere questa decisione.

I PROSSIMI PASSI

La Giunta del Municipio VIII nelle scorse settimane ha già bocciato la Delibera del Campidoglio che indica via Malfante come sito per il nuovo centro di raccolta. Martedì 22 dicembre invece, nell’ultimo Consiglio Municipale prima delle festività, verrà votato un atto condiviso da tutte le forze politiche per esprimere nuovamente la contrarietà da parte del territorio.

L’ALTERNATIVA A MONTAGNOLA

Sempre dal Municipio VIII sono state anche avanzate delle alternative al sito di via Malfante, tra queste c’è il deposito Ama di Montagnola in via Spedalieri. Su questa possibilità, ancora non condivisa con i cittadini della zona, il Comitato di Quartiere Montagnola, ha già espresso la sua contrarietà. Anche questo sito sarebbe infatti “inadatto ad ospitare un’isola ecologica” per la presenza di abitazioni ed attività commerciali, di presidi medici in via Acri e dei problemi di viabilità per i mezzi pesanti, oltre che per la presenza della Piazza con valenza storica e simbolica (piazza Caduti della Montagnola).

LeMa