Home Notizie Cronaca Roma

Incendio Malagrotta: da tre a sei mesi per capire le cause del rogo

Questi i tempi massimi delle indagini affidate dalla Procura di Roma ai Carabinieri del NOE

MALAGROTTA – È l’Ansa a riportare i tempi in cui la Procura di Roma dovrebbe arrivare alle sue conclusioni sulle cause dell’incendio che ha coinvolto alcuni capannoni, il gassificatore e la seconda linea TMB di Malagrotta lo scorso 15 giugno. I tempi in questione dovrebbero essere di tre mesi, più una possibile proroga di altri 90 giorni (quindi sei mesi in tutto).

LE INDAGINI

La Procura di Roma ha affidato ai Carabinieri del NOE le indagini per accertare cosa sia avvenuto nel pomeriggio del 15 giugno scorso nell’area di Malagrotta. In particolare al momento si starebbe procedendo per incendio colposo contro ignoti, raccogliendo tutto il materiale utile all’indagine coordinata dal Procuratore Francesco Lo Voi. Al vaglio sicuramente l’impianto di videosorveglianza e le registrazioni del momento del rogo, oltre al funzionamento o meno del sistema antincendio.

Ads

I PRECEDENTI

Probabilmente l’indagine seguirà la linea già disegnata dagli inquirenti in occasione degli altri due incendi avvenuti nella Capitale ai danni degli impianti di gestione dei rifiuti tra il 2018 e il 2019 a Rocca Cencia e al Salario.

Red

Previous articleMunicipio XII: nuovo stop di sei mesi per il Tram 8
Next articleIncendio Malagrotta: arriva l’Ordinanza del Sindaco per i rifiuti della Capitale