Home Rubriche City Tips

Immigrati Con-Cittadini: buone pratiche per la vita in comune

All’Università di Roma Tre il 21° Convegno Nazionale dei Centri Interculturali

SHARE

ROMA – Presso la sede dell’Università di Roma Tre in via Principe Amedeo, il 24 maggio 2019, si terrà il 21° Convegno Nazionale dei Centri Interculturali. Promosso da Rete Scuole Migranti, Oxfam Italia, Centro Interculturale Città di Torino, Centro COME ed appunto l’Università Roma Tre. Questa giornata sarà un’occasione per dimostrare come i migranti, spesso associati ad un peso per la comunità ospitante, possano essere invece una risorsa silenziosa in una logica di convivenza.

GUIDE INVISIBILI – Il progetto che prende il nome di “guide Invisibili” promuove attività di volontariato per migranti e cittadini italiani, per compiere quel passo che da cittadini porta ad essere concittadini. Durante una passeggiata con audio guide registrate da ragazzi migranti, si “camminerà” per Piazza di Spagna, Piazza Vittorio, Trastevere e Stazione Termini, ascoltando il loro personale pensiero sulle magnificenze dei luoghi.

IL VOLONTARIATO – Un silenzioso impegno civile che merita di essere riconosciuto e che spesso non viene ascoltato, anzi il più delle volte messo in ombra. Sono esempi di questo impegno il volontariato di ragazzi migranti nel centro estivo del Terminillo per bambini del Centro-Italia dopo il terremoto, una sociologa libanese che anima una scuola materna, una studentessa di origine algerina che insegna l’italiano in un corso per stranieri adulti, o ancora, la creazione di una biblioteca multilingue in un Centro Culturale da parte di un poeta originario di Camerun. Queste saranno solo alcune delle tante storie che verranno presentate durante il Convegno, un’occasione non solo per evidenziare il “lavoro” positivo svolto, ma anche per la creazione di un momento di incontro e scambio.

Alice Conti