Home Cultura Musica e Rumori di Fondo

AIR

SHARE

AIR

Pocket Symphony

Virgin

2007 

Il tocco franzoso, tre anni dopo. Nuova uscita targata Dunckel/ Godin, sinfonie tascabili, chiari, almeno gli intenti. I suoni, gli stessi, come la sveglia d’ogni mattina, li riconosci, un secondo e sono loro. Leggera sterzata a levante ma modulo intatto, sempre piano e chitarra dispensano armonie, tecnologia a sintetizzare archi, a generare suoni. Qualche pulsazione in più (Mer Du Japon) ma è solo un ricordo, Photograph, Left Bank, attimi certo gradevoli, in chiusura Night Sight, tra i pochi sapori, l’unico brie davvero raffinato. Tutto ben fatto e quasi tutto, assolutamente noioso. Ma non finisce qui. Perché appena qualche mese prima, il connubio aveva intessuto le trame di un altro lavoro, 5:55, debutto musicale dell’attrice Charlotte Gainsbourg, Album che parte dal titolo, musica per insonni, la voce, poca ma sensuale, piano al centro, il solito intorno. Ed in questa dimensione, le cose migliori, torna il basso, le melodie si ridilatano, perché Tel Que Tu Es, Little Monster, Jamais hanno tutto ciò che manca alle asettiche sinfonie tascabili. Emozionano.

 

Marco Di Bella