Home Cultura Musica e Rumori di Fondo

Maltus

Anticipato dai singoli “Mexico” (pezzo a dir poco stupendo), “Laser” e “Strangers#2”, esce il 7 maggio Flash (Flamingo Management/distr. Artist First), il nuovo disco dell’autore e produttore romano Maltus, alias Emanuele Delli Cicchi. L’album è ispirato e dedicato al tema del “doppio”.

Ovvero? Il cantante ha diviso gran parte della sua vita da studente tra Roma e Londra. Luoghi che hanno lasciato il segno dentro di lui influenzando fortemente il suo modo di essere, di immaginare e di fare musica. Skills fondamentali che gli hanno permesso di ricoprire vari ruoli in diverse band, suonando come chitarrista o piuttosto come tastierista. Adesso Maltus è la voce principale di questo progetto e da sempre trae ispirazione da Damon Albarn, Mark Ronson, The Weeknd, dai libri di Michele Mari, dalle serie tv (il nome di Flash viene da una famosa scena di Mad Men) e dall’osservazione dei cambiamenti sociali e politici che il nostro Paese sta attraversando. “Per scrivere questo album ho cercato di andare un po’ oltre il terreno su cui mi sentivo più sicuro come musicista – racconta Maltus – Credo sia fondamentale esplorare per dire qualcosa di interessante. L’aspetto che più mi piace è che all’inizio vedevo questo album come un punto d’arrivo e alla fine delle varie lavorazioni ho capito che era piuttosto l’inizio di un percorso”.
Ogni traccia è coinvolgente e seppur la sua produzione sia agli inizi, mostrando una track list fin troppo corta, Maltus riesce a far vedere tutto il suo potenziale. Ascoltandolo il richiamo ad alcuni artisti contemporanei del nostro paese è lampante. All’ascolto il disco vaga nell’universo di Giorgio Poi, quello di Cosmo ed anche qualcosina di Frah Quintale, sfiorando le vette hipster made in UK. Se il tema del doppio è l’argomento già citato, le tematiche più interessanti che rimbalzano in ogni traccia sono la solitudine, la malinconia ed il distacco conducendoci in soffuse atmosfere crepuscolari. Temi profondi raccontati bene senza mai cadere nel banale. Se il finale è ancora incerto per ognuno di noi, Maltus ha tutte le carte giuste per scrivere il suo futuro prendendo la via del successo. Bravo.

Ads

Riccardo Davoli

Previous articleCovid-19: nel Lazio i nuovi positivi sono 91, il rapporto con i tamponi è all’1,1%
Next articleCovid-19, Lazio: si abbassa la mascherina non la guardia