Home Municipi Municipio IX

Vigna Murata: nuovi incendi nella zona

SHARE
incendioVignaMurataLuglio2016 4

Bruciano spartitraffico e aree incolte, i cittadini chiedono maggiore vigilanza

NUOVI ROGHI – Nuovi incendi in zona Vigna Murata. Anche questa mattina un pennacchio di fumo si alza da un’area vicina all’Istituto Agrario. Mentre nella giornata di ieri le fiamme e il fumo hanno quasi raggiunto le abitazioni in via Foster. Sul posto ieri sono intervenuti tempestivamente i Vigili del Fuoco e gli uomini della Protezione Civile, ma il fenomeno resta troppo frequente. 

LE FIAMME VICINO LE CASE – Nei giorni scorsi sono andate a fuoco delle aree spartitraffico via Vigna Murata, assieme all’area a ridosso della grande rotatoria di Tor Carbone. Sull’incendio di ieri è intervenuta Carla Canale, Presidente del CdQ Vigna Murata: “Il fumo e le fiamme hanno raggiunto pericolosamente le nostre case di via Forster, colpendo anche aree di proprietà privata non condominiale che effettivamente richiedevano una maggiore manutenzione. Speriamo in tal senso che i proprietari delle stesse si attivino per metterle in sicurezza garantendo l’incolumità degli abitanti che risiedono nelle vicinanze”.

MAGGIORE VIGILANZA – La Presidente del CdQ ci tiene a riportare il sentimento di paura vissuto ieri dai residenti della zona: “Le fiamme erano molto vicine alle abitazioni ed i residenti non possono correre rischi che sono facilmente evitabili. Siamo certi che anche il Municipio IX vigilerà su quanto è accaduto – seguita l’avv. Carla Canale – Siamo molto preoccupati per questa serie di incendi che sta colpendo aree vaste di vegetazione, che consentono alle nostre zone pur essendo immerse nella città di avere aree boschive dietro casa dove trovare tranquillità ed aria pulita”.

CALDO E POCA MANUTENZIONE – Come rilevato più volte le cause di questi roghi difficilmente vengono stabilite con certezza. In alcuni casi, come per le fiamme divampate dagli spartitraffico, sono ascrivibili a sigarette gettate da automobilisti incivili. In altri casi è ipotizzabile un concorso di cause, dove tra i vari fattori c’è la mancata manutenzione del verde. Ampie aree verdi lasciate crescere indisturbate durante i mesi invernali che, con il grande caldo degli ultimi giorni, si seccano e diventano facilmente infiammabili.

Leonardo Mancini

{gallery}slide/incendioVignaMurataLuglio2016{/gallery}