Home Cultura Cinema

Mamma, ho perso l’aereo

Se Mamma, ho perso l’aereo fosse uscito oggi, nel 2020, dopo un lockdown mondiale, col suo titolo originale Home Alone, avrebbe avuto il successo che ha avuto uscendo in Italia nel 1990 e con un titolo tradotto? Chi lo sa, ma probabilmente, dopo più di qualche capo grattato davanti la locandina, sì. Perché Mamma, ho perso l’aereo è un film cult, iconico, da vedere, rivedere, e rivedere ancora una volta, fino a recitarlo a memoria e conoscere tutti i dettagli, perfino facendo un fermo immagine sulla mappa con cui il giovane Kevin si organizza per scacciare i due goffi ladri. Macaulay Culkin è uno dei simboli indissolubili degli anni ’90, e forse uno dei più grandi talenti cinematografici mai veramente esplosi, così come Mamma, ho perso l’aereo è la sintesi di un tipo di cinema d’intrattenimento che, purtroppo, si sta via via perdendo.

Regia: Chris Columbus

Ads

Sceneggiatura: John Hughes

Interpreti: Macaulay Culkin, Joe Pesci, Daniel Stern, John Heard, Roberts Blossom, Catherine O’Hara

(USA 1990)

Marco Etnasi

Previous articleStadio della Roma: arriva la frenata di Natale
Next articlePUP Ettore Rolli: il Tar dispone verifiche sui fatti