Home Municipi Municipio XII

Girolami: il punto della situazione con il Municipio XII

Iter, tempistiche, fondi e obiettivi per gli interventi che restituiranno la scuola agli alunni

SHARE

MONTEVERDEAbbiamo già parlato dei passi avanti fatti negli ultimi mesi nel complesso iter di ristrutturazione della scuola Girolami. Nel piano di intervento del Municipio, il plesso è stato “diviso” in tre parti: corpo A (aule infanzia e primaria statale), corpo B (mensa, infanzia comunale e parte delle aule della primaria statale) e corpo C (uffici e palestra). Ognuna di queste porzioni di edificio seguirà il proprio iter per il ripristino dello stato dei luoghi. Priorità è stata data agli interventi da effettuare sulle aule e la mensa scolastica (corpo A e corpo B). Ne abbiamo parlato con Valerio Vacchini, Assessore ai Lavori Pubblici del Municipio XII, che ci ha confermato che l’obiettivo della Giunta è riaprire la scuola (corpi A e B ndr) a settembre 2021. Il progetto esecutivo per la ristrutturazione del corpo A ha ottenuto il nulla osta del Genio Civile a dicembre, alla fine dell’anno scorso quindi è stata lanciata la gara per i lavori che si è conclusa a metà gennaio. Intanto è stata portata a termine la progettazione esecutiva per gli interventi di cui necessiterà il corpo B, anch’essa ora al vaglio del Genio Civile.

I PASSAGGI

L’iter amministrativo per la ristrutturazione della scuola sta procedendo. Salvo qualche ritardo (non dipeso direttamente dal Municipio) i vari passaggi si stanno susseguendo come da programma, ci ha detto Vacchini: “Il progetto esecutivo per i lavori di ristrutturazione e riqualificazione del corpo B è stato inviato al Genio Civile per il parere. I principi e i materiali adottati per la sua redazione sono gli stessi impiegati per il progetto esecutivo per i lavori sul corpo A (che ha ricevuto il nulla osta del Genio Civile il 23 dicembre 2020 ndr), l‘iter quindi – dice – dovrebbe procedere senza grandi problemi“. L’ente, dal momento della ricezione del progetto, ha 30 giorni per inviare al Municipio un’eventuale richiesta di integrazione. Intanto, ci ha spiegato l’Assessore, “la gara per l’individuazione della ditta che si occuperà dei lavori sul Corpo A è stata lanciata il 31 dicembre 2020 e si è conclusa il 18 gennaio 2021. La ditta è stata individuata”. Al momento in cui scriviamo, ci ha riferito Vacchini, “sono in corso le procedure previste dal Codice dei Contratti per arrivare all’aggiudicazione definitiva. Il nostro obiettivo – ha continuato Vacchini – è di cantierizzare l’area (corpo A ndr) nella seconda metà del mese di febbraio. I lavori avranno una durata di 90 giorni”. Una volta ottenuto il nulla osta del Genio Civile sul progetto esecutivo per i lavori che interesseranno il corpo B, sarà lanciata la relativa gara. La progettazione per le opere che dovranno essere effettuate sul corpo C invece, ci ha detto sempre Vacchini “sarà avviata in estate. L’obiettivo è quello di prevedere il finanziamento dell’opera nel bilancio previsionale 2022 e di lanciare quindi la gara per i lavori a gennaio 2022”.

GLI OBIETTIVI E LE TEMPISTICHE DI RIAPERTURA

Abbiamo chiesto all’Assessore se è confermata l’ipotesi di una riapertura della scuola (corpo A e corpo B ndr) a settembre 2021, come più volte dichiarato dal Municipio stesso, anche in occasione del recente open day dell’Istituto Comprensivo Margherita Hack (del quale la Girolami fa parte ndr): “Sì, questo è l’obiettivo che perseguiamo”, ha confermato Vacchini, che è poi entrato nel dettaglio spiegando: “Ovviamente per il corpo B siamo ancora vincolati al Genio Civile. Quello che ho detto durante l’open day – e che l’Assessore ha tenuto a ribadire a Urlo – è che ovviamente come Municipio possiamo fornire delle garanzie sulle tempistiche per quanto riguarda i passaggi strettamente dipendenti da noi. Per quanto riguarda invece gli aspetti subordinati ad enti esterni, possiamo solo fare una previsione”. Il cronoprogramma degli interventi che è stato redatto ha aggiunto Vacchini “è stato prodotto tenendo conto di quelli che sono gli obblighi temporali previsti per gli altri enti (coinvolti nelle varie fasi ndr)”. Per quanto concerne la sua parte, ha assicurato Vacchini, “il Municipio sta procedendo rispettando le tempistiche che si è dato per i propri atti”.

I FONDI

Ma quali e quanti sono i fondi per gli interventi previsti sui corpi A e B? Lo abbiamo chiesto sempre a Vacchini che ci ha risposto: “Abbiamo una quantificazione già prevista per le opere che dovranno essere effettuate sul Corpo A e il Corpo B, ampiamente coperta da fondi già stanziati e presenti nel bilancio del Comune di Roma”. Il riferimento è alle somme messe a disposizione dal Ministero dell’Istruzione, 1,5 milioni di euro (a fronte di una richiesta del Municipio di luglio 2019 di 3,1 milioni ndr), dei quali circa 230 mila euro sono stati messi a disposizione direttamente della scuola per la gestione del servizio navetta. L’importo restante, 1 milione e 270 mila euro, ci ha spiegato Vacchini, è stato diviso: “Circa 500 mila euro sono stati destinati al Corpo A e 770 mila euro circa al Corpo B. Nel piano investimenti del 2021 abbiamo anche previsto un’opera da 500 mila euro ulteriori (in più quindi rispetto alle somme del Miur ndr) con lo spirito di acquisire a bilancio una somma che possa servire da immediato salvadanaio qualora ci sia necessità di effettuare interventi (non determinanti ai fini della riapertura) al momento non prevedibili”. Alla Girolami negli anni passati sono state destinate anche altre risorse, in quel caso messe in campo dal Municipio, ovvero circa 400 mila euro serviti a finanziare le prime verifiche effettuate sull’edificio (che hanno interessato solai e verticali) e gli interventi sulle aule che avevano inizialmente permesso la riapertura di alcune classi, prima che gli esiti delle relazioni evidenziassero la necessità di provvedere alla chiusura totale del plesso.

Anna Paola Tortora