Home Municipi Municipio XII

Villa Pamphilj: confermata la diagnosi di Aviaria sul cigno morto nel laghetto

La Asl conferma la chiusura di 10 giorni disposta il 30 novembre scorso

Fonte: Wikipedia

VILLA PAMPHILJ – Sarebbe arrivata oggi la conferma della diagnosi di influenza aviaria per il cigno deceduto nel laghetto di Villa Pamphilj nei giorni scorsi. A dare la notizia è stato il Presidente del Municipio XII, Elio Tomassetti, attraverso il suo profilo Facebook. “Ora – afferma Tomassetti – si sta lavorando per salvaguardare la fauna della Villa, con specifica attenzione all’area del laghetto”.

SALVAGUARDARE GLI ANIMALI DELLA VILLA

Il minisindaco ha voluto ricordare che “la Asl non ritiene ci sia pericolo per l’uomo e che la misura è volta alla salvaguardia degli animali della Villa”. Inoltre per quanto riguarda la riapertura della porzione della Villa ad oggi interdetta, non ci sarebbero ancora date certe anche se, aggiunge Tomassetti, la Asl avrebbe confermato i 10 giorni dall’avvenuta chiusura del 30 novembre scorso.

Ads

LE ANALISI E LA CHIUSURA

La chiusura dell’area Est della Villa era arrivata a seguito della richiesta del Dipartimento di Prevenzione della ASL RM3 – UOC Sanità animale e Igiene degli Allevamenti.  L’ordinanza del Sindaco datata 30 novembre si è resa necessaria dopo che l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Roma, il 26 novembre scorso, aveva comunicato una positività per influenza aviaria nelle specie avicole presenti nel Laghetto del Giglio, all’interno del Parco. Il 28 novembre è arrivata poi la conferma della positività al virus da parte dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie.

LeMa

Previous articleDal Municipio XII la richiesta a Gualtieri: usare il 110% per le case popolari
Next article“Percorsi di Sport”, al via i webinar con le stelle dello sport italiano