Home Rubriche Go Green

Fonte Laurentina: proposta una nuova area ludica per cani

La proposta arriva dalla commissione municipale Urbanistica e presto sarà discussa in Consiglio

SHARE

LA PROPOSTA SU FONTE LAURENTINA

Una buona notizia per gli amici a quattro zampe (e per i loro padroni) residenti nel quartiere di Fonte Laurentina. A darne conto è la consigliera municipale del M5s Alessandra Tallarico dopo un’importante votazione in commissione Urbanistica.

IL DIBATTITO IN COMMISSIONE

Un lungo dibattito tra i consigliere ha finalmente portato, nella giornata di ieri, all’approvazione unanime di un atto per realizzare un’area ludica per cani all’interno del quartiere e più precisamente nel perimetro del consorzio di Tor Pagnotta Due. “Ora attendiamo che l’atto completi il suo iter amministrativo e speriamo che arrivi in consiglio municipale prima della pausa estiva”, ha commentato la consigliera Tallarico.

L’AREA INDIVIDUATA

La realizzazione di quest’area potrà avvenire grazie alla verifica delle aree in convenzione urbanistica o interessate da piani di zona all’interno del territorio municipale. La commissione infatti tra le opere da indicare come oneri per i costruttori, ha indicato tra le priorità la realizzazione dell’area ludica cani a Fonte Laurentina, “tenendo conto delle proposte avanzate dai cittadini e dal Comitato di Quartiere – seguita la consigliera penta-stellata – che chiedono di realizzarla nella porzione verde compresa tra la pista ciclabile al termine di via Guido Ascoli e la recinzione adiacente la fascia di rispetto del GRA”.

UN’AREA RICCA DI STORIA

L’area che è stata individuata di concerto con i cittadini già in passato aveva rappresentato un punto di incontro tra uomo e animali. A testimoniarlo sono i resti di un antico abbeveratoio tutt’ora visibili: “Come presidente della commissione municipale che si occupa di turismo e cultura – conclude la consigliera Tallarico – subito dopo la pausa estiva dedicherò una seduta alla individuazione di Punti di Interesse Turistico nell’Agro Romano, e tra le proposte porteremo all’attenzione di tutti i consiglieri anche la storia di questo antico abbeveratoio affinché anche oggi continui ad essere il punto di contatto tra l’animale e l’uomo e ne venga preservata l’esistenza tra le nuove edificazioni”.

LeMa


Warning: A non-numeric value encountered in /home/www/urloweb.com/wp-content/themes/Newsmag/includes/wp_booster/td_block.php on line 353