Home Municipi Municipio XI

Portuense: per una notte il Missouri torna a vivere

SHARE
missurischermopirata

La sala ormai dismessa apre per una sera nell’iniziativa ‘Schermi pirati’

LA PROIEZIONE – Gli attivisti del Cinema America sono tornati a far rivivere una delle sale storiche della Capitale. Lo avevano promesso il 23 marzo scorso: ‘saliremo sui tetti delle 42 sale dismesse’. Infatti, dopo le proiezioni sulle facciate del Metropolitan di via del Corso, del Troisi di via Induno e dell’Impero a Tor Pignattara, nel giorno di Pasquetta è il Missouri di Portuense a tornare a vivere per una sera.

IL CINEMA MISSOURI – La struttura in via Bombelli 25 viene considerata un polo culturale fondamentale per il quartiere Portuense, lasciato purtroppo nel completo degrado e abbandono. Non c’è da stupirsi infatti se l’invito fatto per la giornata di ieri, oltre ad annunciare la proiezione de ‘Il grande Lebowski’, consigliava anche “abbigliamento sportivo, torce, cibo avanzato e sedia per vedere il film”. La sala è rimasta chiusa dal 2008. Al momento sarebbero allo studio alcuni progetti elaborati dalla proprietà della struttura, dai residenti e da alcuni gruppi di lavoro.

SCHERMI PIRATI – In attesa di novità sul futuro della vecchia sala i cittadini e i ragazzi del Piccolo Cinema America, che hanno organizzato la proiezione murale nell’ambito dell’iniziativa “Schermi pirati” promessa negli spazi cinematografici abbandonati a Roma, denunciano il rischio che il Missouri venga “riconvertito con deroghe al Prg” come previsto dalla memoria di giunta sulle sale dismesse che mira a riaprire 42 cinema prevedendo la possibilità di trasformarne una parte in altre attività culturali, start up o residenze. Un progetto osteggiato dai ragazzi che chiedono “un disegno culturale a lungo termine e spazi per i giovani” e danno appuntamento al “prossimo fine settimana nella prossima sala”.

LM