Home Notizie Cronaca Roma

Giubileo: abbattere le barriere architettoniche

SHARE
Fermata-autobus-Roma

La Commissione Turismo richiede opere per una città a misura di tutti

GIUBILEO E DISABILITÀ – Una città a misura veramente di tutti. È questo l’impegno richiesto dalla Commissione Turismo di Roma Capitale in vista del Giubileo della Misericordia proclamato da Papa Francesco. Rendere più facile la vita in città sia per chi si sposta in carrozzella che per i non vedenti, migliorando l’accessibilità ai mezzi pubblici e a tutti i luoghi interessati dal turismo nella Capitale. 

UNA CITTÀ PRONTA AD ACCOGLIERE – È il vicepresidente, Franco Marino, che quest’oggi ha guidato la seduta della Commissione e che ha dichiarato ad Omniroma che: “La priorità in vista del Giubileo straordinario è l’abbattimento delle barriere architettoniche e su questo ci aspettiamo una risposta forte dagli assessori Pucci e Improta che ascolteremo proprio qui il prossimo 9 giugno. Questo è un punto fondamentale perché avremo tantissime persone affette da disabilità e la città deve essere pronta ad accoglierle. Faccio, inoltre, appello – ha detto il consigliere della Lista civica – alla sensibilità dei romani affinché tengano conto dell’arrivo di tante persone anche con disabilità”.

INNESCARE UNA RIFLESSIONE – Una città che deve confrontarsi sulla sua capacità di inclusione, è questo lo stimolo che porta la consigliera SEL, Imma Battaglia: “il Giubileo deve essere un’occasione per indurre a una riflessione da parte dei cittadini perchè il rispetto e l’educazione civica tornino elementi fondamentali. Questa città è un dramma per i disabili e, in particolare, per i non vedenti perchè mancano strutture adeguate. Il nostro approccio politico deve parlare d inclusione della disabilità in generale ma bisogna andare nel dettaglio di quello che significa e delle esigenze specifiche”.

SHARE