Home Notizie Cronaca Roma

Giubileo: dal Campidoglio le misure contro l’abusivismo

SHARE
risciò roma

Giro di vite su Centurioni risciò e guide turistiche improvvisate

LE ORDINANZE DEL COMMISSARIO – Nella giornata di ieri il Commissario straordinario della Capitale, Francesco Paolo Tronca, ha emanato una serie di ordinanze in relazione ad alcune attività ‘turistiche’ non regolamentate svolte nel centro storico. Si parla dei ben conosciuti centurioni, dei risciò e delle guide turistiche improvvisate. “Le ricadute di questi fenomeni, nei confronti dei quali l’Amministrazione Capitolina sta adottando tali provvedimenti, risultano ulteriormente dannose e potenzialmente pericolose per le condizioni che verranno a generarsi in occasione del Giubileo Straordinario, e rischiano di assumere proporzioni tali da creare turbative alla sicurezza urbana, proprio nelle aree cittadine interessate dai flussi turistici connessi all’evento giubilare”, spiegano dal Campidoglio.

I CENTURIONI – il primo divieto riguarda “la disponibilità ad essere ritratto come soggetto in abbigliamento storico – i cosiddetti centurioni – in fotografie o filmati, dietro corrispettivo in denaro”. Questo divieto, fanno sapere dal Campidoglio, si impone ai fini della tutela della sicurezza urbana e del decoro del patrimonio artistico, storico e monumentale della città, “in quanto i soggetti dediti a tali attività agiscono frequentemente con modalità inopportune, insistenti e talvolta aggressive”.

I RISCIÒ – Altra misura, sulla quale ci sarà certamente da discutere, riguarda “il divieto di svolgere in alcuni ambiti territoriali del centro cittadino qualunque attività assimilabile al trasporto di persone, con velocipedi a tre o più ruote, anche a pedalata assistita”. Si parla dei risciò, sempre più presenti in molte zone del centro storico. “Tali veicoli – seguita la nota del Campidoglio – potendo essere condotti senza titolo di guida e non soggetti all’obbligo di assicurazione per la responsabilità civile, non dispongono dei requisiti necessari a tutela della sicurezza nella circolazione”.

LE GUIDE TURISTICHE – Ultimo provvedimento riguarda invece le guide improvvisate o la vendita di pacchetti turistici lungo le strade, si fa infatti “divieto di svolgere in maniera ambulante l’attività su suolo pubblico di intermediazione e promozione di tour turistici e vendita di biglietti per l’accesso a musei e siti di interesse storico, artistico o culturale, in quanto attività lesive anche dei princìpi di leale concorrenza commerciale”.

I CONTROLLI – Alle ordinanza, promettono dal Campidoglio, seguiranno dei ferrei controlli: “Su disposizione del Commissario Tronca, la Polizia Locale ha già predisposto servizi mirati al rigoroso rispetto delle ordinanze e monitorerà attentamente la situazione, anche al fine di indicare altri luoghi ove eventualmente estendere l’efficacia delle ordinanze stesse alla luce dell’evoluzione delle situazioni”.

PROTESTE E SANZIONI – Dopo le ordinanze del Commissario, che vietano i centurioni, i risciò e la vendita di tour e biglietti delle aree archeologiche nelle strade del centro, non sono mancate le proteste e i primi sequestri. Questa mattina sono stati i centurioni a protestare ‘in borghese’ davanti al Colosseo. Alcuni di loro hanno anche voluto indossare le armature e gli elmi, subendo il sequestro e una multa da parte della Polizia Locale, impegnata nei controlli contro l’abusivismo. Primi sequestri anche per alcuni risciò, sui quali si sono immediatamente fatti sentire i sindacati dei tassisti: Uil Trasporti taxi, Ugl taxi, Federtaxi Cisal, Fit Cisl taxi, Ati taxi, Usb settore taxi e Associazione Tutela Legale Taxi. “Incredibilmente ora, dopo l’arrivo del commissario Tronca – si legge nella nota delle sigle – si è riusciti a trovare uno strumento normativo per fermare questo scempio, mentre prima, si sono accampate mille scuse tra le quali la mancata approvazione del nuovo regolamento di polizia urbana, un vuoto normativo del codice della strada ed altro, per non intervenire”.

LeMa