Home Notizie Cronaca Roma

Sociale, Calzetta-Catarci: accordo per progetto integrato al Centro Diurno di Valleranello

SHARE

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato congiunto dei presidenti dei municipio XI e XII, Andrea Catarci e Pasquale Calzetta

Intesa tra XII e XI municipio per un progetto integrato al Centro Diurno per Adolescenti con disagio psichico di Valleranello, che amplia l’utenza di riferimento e il target del suo intervento. Nata all’interno della rete dei servizi socio-sanitari promossi nel XII Municipio, dove ha sede, adesso la struttura accoglierà anche i giovani del limitrofo territorio municipale dell’XI. E’ quanto stabilito nell’accordo siglato questa mattina da Pasquale Calzetta e Andrea Catarci, rispettivamente alla guida del XII e dell’XI. Tra i firmatari del documento, anche il Direttore Generale e il Direttore Sanitario della Asl Roma C, Antonio Paone e Paolo Palombo, insieme ai referenti dei distretti sanitari di pertinenza. Presenti alla firma anche gli assessori municipali alle politiche sociali delle due ex circoscrizioni, Gemma Gesualdi (XII) e Andrea Beccari (XI).

 

“In un contesto in cui si rendono necessari importanti sforzi per l’ottimizzazione della spesa, dichiara Calzetta – acquista particolare valore la collaborazione tra due territori limitrofi, capaci di far convergere le risorse per offrire ai cittadini un servizio potenziato”.

“In un momento in cui i sacrifici imposti dal Governo nazionale per il contenimento della spesa si abbattono pesantemente sulle famiglie italiane nonché sui servizi erogati dagli Enti locali – prosegue Catarci – dai Municipi, XI e XII uniti per l’occasione, arriva una piccola ma importante risposta ai bisogni della popolazione locale. Il servizio assume ancora maggiore importanza perché rivolto ad adolescenti e ragazzi, fascia di età particolarmente vulnerabile.”

Approfondendo la sua vocazione socio-sanitaria, imperniata sul contenimento delle problematiche psichiche mediante il lavoro di un’equipe di professionisti, il Centro, alternativa al ricovero ospedaliero, allarga anche l’offerta dei suoi servizi: operatori qualificati, in rete sui due territori, lavoreranno in sinergia con le scuole per l’individuazione precoce di eventuali segnali di disagio tra gli alunni.

Nell’ottica di una gestione progettuale partecipata, le due realtà istituzionali collaboreranno per mettere a disposizione del progetto propri referenti del servizio sociale e per individuare associazioni ed enti di supporto, contestualmente il coordinamento operativo del lavoro verrà svolto dalla ASL Roma C.