Home Notizie Cronaca Roma

Roma, Elezioni 2021: Casu apre alla riunione di coalizione

Nel centro sinistra si guarda all'incontro per ragionare su primarie e candidati in vista delle prossime amministrative nella Capitale

SHARE
elezioni-comunali-scrutinio-3

ROMA – Alle Elezioni Amministrative del 2021 non manca poi molto. Se nel M5s la candidatura della Sindaca Raggi è arrivata già in piena estate (non senza polemiche c’è da dirlo) e nel centro destra ancora non c’è chiarezza sui candidati, ora potrebbe essere il Pd romano a fare un passo avanti nel processo che porterebbe i dem a scegliere un candidato unitario del centro sinistra attraverso le primarie

LA RIUNIONE DI COALIZIONE

Il passo verso le primarie lo ha fatto quest’oggi Andrea Casu, il Segretario romano del Pd che ha chiesto la convocazione di una riunione di coalizione per delineare il ‘dopo Raggi’. “In queste ore sto chiamando i segretari dei partiti, i capigruppo al Comune e i Presidenti dei Municipi con cui abbiamo costruito in questi anni di opposizione al fallimento Raggi le vittorie nei municipi, alle regionali e alle suppletive per convocare la prossima settimana la riunione della coalizione di centrosinistra per costruire insieme la riscossa politica e civica della Capitale aprendoci al contributo delle energie civiche che in questi anni hanno lavorato in prima linea sul territorio – afferma Casu – Le primarie sono nel nostro Statuto e nel DNA del centrosinistra, uno strumento utile al confronto delle idee e non solo alla scelta delle candidature che vogliamo mettere a disposizione di tutti i romani per costruire insieme la nostra proposta per il riscatto della città e di tutti i Municipi. Proporrò a tutti di incontrarci già nelle prossime ore per avviare insieme un percorso nuovo”.

LA REPLICA

Immediata la replica del minisindaco del Municipio VIII, Amedeo Ciaccheri, portavoce di Liberare Roma, che da diversi mesi chiede a gran voce l’avvio delle primarie per scegliere un candidato unitario al governo della Capitale: “Finalmente si apre la fase dell’organizzazione per il campo democratico e progressista per Roma: che oggi si apra alle primarie è un primo risultato importante che voglio rivendicare da quando a Gennaio con Liberare Roma abbiamo cominciato a battere su questo tasto – commenta Ciaccheri – Non c’è davvero tempo da perdere: a lavoro per alleanza larga e plurale per battere le destre perché il nostro competitore è quello. Per noi l’orizzonte rimangono le primarie di democratici e progressisti che parlino alle cittadine e ai cittadini di tutte le forze antagoniste alla destra. Un passaggio prezioso che non può essere banalizzato. A questo si aggiunge la necessità di aprire il cantiere di una lista civica, municipalista, ecologista e di sinistra capace di aggregare un campo di forze oggi frammentate”.

LeMa