Home Municipi Municipio IX

Falcognana: Sulla discarica non si lascia nulla di intentato

SHARE
LEO 0758

Lepidini: “L’allarme è per la salute pubblica, deve intervenire il Commissario”

LA VICENDA – Resta alta l’attenzione della cittadinanza dei quartieri più periferici del Municipio IX per vicenda che ha riportato la discarica di Falcognana all’onore delle cronache cittadine. Nei giorni scorsi è stata resa nota l’autorizzazione della Regione Lazio al conferimenti di rifiuti per circa 200 nuovi codici CER ((Catalogo Europeo dei Rifiuti, che definisce le tipologie di rifiuti), 58 dei quali classificati come pericolosi. I cittadini del Comitato No Discarica Divino Amore, ben conosciuti durante la vertenza sul ‘toto-discariche’ che avrebbe voluto indicare il sito come erede della Discarica di Malagrotta, hanno indetto per il 30 gennaio prossimo alle ore 15.00 una riunione per mettere la cittadinanza al corrente delle ultime notizie. 

RICHIESTO L’INTERVENTO DI TRONCA – Ma intanto si punta a percorrere ogni strada possibile per scongiurare l’incremento di rifiuti stoccati nell’impianto. È il Consigliere PD in Municipio IX, Presidente della Commissione Ambiente, Alessandro Lepidini, a puntare sull’intervento del Commissario Straordinario Tronca. “In presenza di circostanze intervenute – spiega Lepidini – successivamente al rilascio dell’autorizzazione, il Sindaco, qualora lo ritenga necessario nell’interesse della salute pubblica, chiede all’autorità competente di verificare la necessità di riesaminare l’autorizzazione rilasciata”.

UN QUADRO PREOCCUPANTE – Secondo il consigliere Dem i presupposti per l’intervento del Commissario ci sarebbero tutti: “Il quadro complessivo, infatti, è estremamente preoccupante con ì ripetuti superamenti delle CSC riscontrati – concentrazioni soglia di contaminazione Ndr – per alcuni parametri in alcuni piezometri del sito, ma soprattutto a fronte di quanto evidenziato nel verbale di Arpa Lazio del gennaio 2015 che ha certificato la presenza di liquido (percolato) tra i due teli di impermeabilizzazione della discarica, con il rischio concreto di un eventuale cedimento delle barriere di impermeabilizzazione. E nonostante questo – conclude Lepidini – non si ha evidenza di eventuali interventi, da parte dei competenti uffici regionali”.

LA COMMISSIONE AMBIENTE – In ogni caso nella giornata di domani sarà una Commissione Ambiente Municipale dedicata ad occuparsi della vicenda, prendendo sicuramente in esame tutte le strade percorribili per rassicurare i tanti cittadini residenti nelle zone limitrofe.

LeMa