Home Municipi Municipio IX

Municipio IX: Continua lo scontro sulle altalene abbandonate

SHARE
giochi bambini mun ix

I giochi fermi per 10 mesi sono stati installati, ma non si placa la polemica

I GIOCHI ABBANDONATI – Non accenna a dimnuire d’intensità lo scontro che in Municipio IX vede al centro del contendere l’installazione di una serie di giochi per bambini nei parchi del territorio. Dieci mesi circa per installare gli arredi sembrano un tempo veramente eccessivo da aspettare, soprattutto quando questi sono stati ottenuti grazie ad una sperimentazione che avrebbe potuto fare scuola. Il costo di questi giochi infatti è stato coperto dal bando per i mercatini, con la messa a disposizione di 32mila euro da parte degli operatori. Il lavoro di analisi e censimento delle aree da riqualificare con l’installazione è stato fatto dal Municipio, mentre cittadini, Associazioni e CdQ hanno presentato proposte e osservazioni. Poi più nulla. I giochi restano fermi, abbandonati ancora imballati.

LE CRITICHE DELL’OPPOSIZIONE – L’opposizione municipale ha più volte chiesto conto di questa vicenda. Il capogruppo di FI, Massimiliano De Juliis, presentò un’interrogazione al minisindaco Santoro, il quale rispose che nella delibera del Consiglio Municipale era stato previsto l’acquisto e non i costi di installazione. Poi è il M5S a riprendere la vicenda in Commissione Trasparenza dove il personale del Servizio Giardini del Municipio IX ha dichiarato che alla data della Commissione, “il materiale da installare nei parchi gioco del IX Municipio, individuati con un lungo elenco nella Deliberazione, era appoggiato presso la loro sede quindi non ancora installato”. “I giochi sono stati comprati ma mai montati e sono abbandonati nel cortile del servizio giardini del municipio da più di un anno con il rischio che questi vengano rubati o si rovinino – afferma il Consigliere di FI, Gino Alleori – Continua lo spreco di soldi”.

LA REPLICA DELL’ASSESSORATO – Successivamente i giochi sono stati istallati, ne manca qualcuno, ma la polemica non si è placata. A spiegare la situazione è l’Assessore all’Ambiente in Municipio IX, Alessio Stazi. “La competenza di installazione di questi giochi ricadeva sul dipartimento X, il quale per carenza di fondi non ha proceduto ad alcuna installazione per oltre dieci mesi. Aver creato un ufficio ambiente nel municipio, aver svolto conseguentemente l’appalto, aver previsto nello stesso attività di installazione dei giochi ci ha permesso così di farci carico di questo blocco amministrativo di responsabilità del dipartimento e risolvere il problema – continua Stazi – I giochi sono stati istallati fino all’esaurimento dei fondi dell’appalto, rimangono 5 elementi per i quali stiamo lavorando per trovare soluzioni al fine di procedere all’istallazione”. Su questa vicenda l’Assessore Stazi non manca di far notare il valore del lavoro svolto: “Tutto questo lavoro si vede? Probabilmente no, in mezzo ai tanti altri mancati interventi non si noterà. Ma i cambiamenti veri si fanno più in profondità ed emergono nel tempo diversamente dalle più facili azioni in superficie. Ma sono convinto che i risultati siano più solidi, veri, duraturi nel tempo – conclude – Questo è il lavoro fatto, nonostante l’insufficienza dei fondi, sarà poco ma io ne sono orgoglioso”.

LeMa