Home Municipi Municipio VIII

Municipio VIII: dopo le feci spunta anche il topo

SHARE
topomunviiiRID

Fi: “Come era facile prevedere, non serviva essere scienziati”

IL RETROSCENA – È solo di martedì scorso la notizia di feci, probabilmente appartenenti a dei topi, rinvenute negli uffici anagrafici del Municipio VIII. La notizia era stata data dai Consiglieri di Fi Simone Foglio e Maurizio Buonincontro che, contestualmente alla denuncia dell’accaduto, richiedevano le dimissioni del Presidente Catarci e del Sindaco Marino.

DALLA PRESIDENZA – La risposta della Presidenza non era tardata ad arrivare, con Catarci che ironizzava sulla preparazione scientifica dei Consiglieri di Fi “Sono riusciti ad asserire con certezza che i micro escrementi rinvenuti all’interno di una scatola appartengono a piccoli roditori – seguitava il Presidente – Ci si trova di fronte non a dei semplici rappresentanti dei cittadini del Municipio ma davanti a dei luminari della scienza che riescono a vedere oltre ogni ragionevole dubbio”. Il Presidente aveva però aggiunto, tranquillizzando cittadini e dipendenti che “Dai primi riscontri vista la presenza consistente di trappole per topi, nonché l’assenza di rumori sospetti, non risultano esserci ratti o animali similari, con buona pace degli esponenti locali di Fi. Forse – concludeva – a dar loro fastidio è la buona qualità dei locali che ospitano gli uffici e l’ampio parcheggio, realizzati di recente, che hanno distruttivamente contrastato ma senza successo”.

SPUNTA IL TOPO – Oggi però c’è un aggiornamento, dato che gli esponenti forzisti hanno diffuso l’immagine di un topo caduto in una delle trappole presenti nei locali: “Come era facile prevedere, non serviva essere scienziati per rendersi conto che Catarci e Marino rappresentano la peggiore sinistra d’Italia che spreca le limitate risorse economiche finanziando i centri sociali e sodalizzando con le occupazioni abusive organizzate – hanno dichiarato i Consiglieri Foglio, Buonincontro e Federici – Intanto le scuole cascano a pezzi e gli uffici municipali sono pieni di topi. Solidarietà al personale amministrativo del Municipio e a tutti i dirigenti, Direttore in primis, costretti a dover fronteggiare anche quest’inconveniente”.

QUESTIONE DI FONDI – L’opposizione non ci sta, e da bravi scienziati iniziano a fare i conti, questa volta ai danni dell’Amministrazione Catarci: “La responsabilità è esclusivamente politica, frutto di incredibili sprechi di risorse imposte dalle varie Giunte Catarci. Oltre 1 milione di Euro è stato speso inutilmente per riqualificare la sede municipale di Largo delle sette Chiese e spostare l’anagrafico nella sede di Via B. Croce, oggetto invece di una semplice ‘romanella da qualche centinaia di migliaia di euro. Dopo le assemblee del personale svoltesi ieri in tutti i Municipi – seguitano – è ora che Catarci invece di “auspicare” qualcosa dal Comune, si impegni con l’assessore al personale Nieri che è del suo stesso partito, per difendere il personale municipale attivandosi per garantire le dovute migliorie dei locali e la giusta retribuzione…altrimenti a breve in trappola non troveremo solo il topolino”.

Leonardo Mancini