Home Municipi Municipio VIII

Salvini a Garbatella: dal manifesto al selfie

SHARE
baccarelliselfie

Sul web il selfie del consigliere Baccarelli davanti ai manifesti contro la visita di Salvini

I MANIFESTI – È un selfie postato su Facebook a dare la notizia. Sono apparsi ieri, in Largo delle Sette Chiese alla Garbatella, dei manifesti contro l’annunciata visita di Matteo Salvini nel quartiere. “Baccarelli & Salvini gli stranieri siete voi”, questo il testo riportato sui manifesti in riferimento all’invito mosso dal neo consigliere municipale di Lega dei Popoli, Andrea Baccarelli, al segretario leghista Matteo Salvini. 

L’INVITO – L’invito ad una ‘passeggiata alla Garbatella’ è stato fatto dal consigliere Baccarelli al termine della Conferenza stampa del primo aprile che formalizzava il suo passaggio nell’area di Salvini: “Non può passare per Roma senza venire alla Garbatella – ha detto Bacarelli – L’ho quindi invitato a venire con me per fare una passeggiata tra i lotti”. Ma se l’invito ha suscitato l’indignazione di parte degli abitanti, a far scoppiare la polemica è stato lo scambio di battute sulla popolazione del quartiere: “Matteo devi venire a Garbatella, è pieno di comunisti”. “Lo so che è pieno di coglioni – risponde Salvini – Ma un volantinaggio al mercato lo vengo a fare volentieri”.

LA REPLICA – Abbiamo contattato telefonicamente il consigliere Baccarelli, che ha spiegato di essere stato “avvertito da alcuni cittadini che mi hanno espresso la loro solidarietà, ma che sono soprattutto rammaricati come me dell’ennesimo atto di violenza nei confronti del quartiere – aggiunge – Ancora un’affissione abusiva in uno dei larghi più caratteristici significa violentare il quartiere. Il manifesto ci fa ridere, mentre il gesto ci fa rabbia, perché la ritengo una violenza”. In ogni caso il consigliere ha assicurato la sua volontà di portare Salvini nel quartiere.

LM