Home Municipi Municipio XI

Case popolari, Corviale: arrestati quattro militanti di estrema destra

Cercavano di impedire l’assegnazione di un alloggio ad una famiglia di origine eritrea

SHARE

CORVIALE – È finita con uno scontro tra Polizia e militanti di Forza Nuova la protesta contro la consegna di un’abitazione popolare ad una famiglia di origine eritrea. L’alloggio in via Giovanni Porzio in zona Corviale era stato presidiato dai militanti di estrema destra.

GLI ARRESTI – Quattro persone sono state arrestate. Tra questi, a quanto si apprende, ci sarebbe anche il leader del movimento di estrema desta “Roma ai romani”, Giuliano Castelino.

UN FERITO – Negli scontri un impiegato della Polizia Locale di Roma Capitale è rimasto ferito ad una mano.

DAL CAMPIDOGLIO – Chiara l’esternazione della Sindaca affidata ad una nota: “Roma non farà alcun passo indietro davanti agli atti di violenza neofascista di cui si è reso protagonista un gruppo di persone che questa mattina ha impedito ad una famiglia italiana di origine eritrea di entrare nella sua nuova casa. Queste persone hanno aggredito anche i vigili urbani e gli agenti di polizia, lanciando sassi e sampietrini. Hanno ferito alcuni rappresentanti delle forze dell’ordine. Quanto accaduto è inaccettabile”. Seguita la Raggi: “Io, la mia Giunta e tutta l’Amministrazione capitolina siamo vicini alla famiglia e la abbracciamo forte. A loro dico: siamo con voi e non vi lasceremo soli. Siamo fermamente convinti che l’inclusione e la legalità siano la strada da percorrere per non cadere nel buio dell’intolleranza”.