Home Notizie Cronaca Roma

Elezioni Roma: nel centrodestra nessuno capace di ‘stravincere’

SHARE
salvini primarie roma

Salvini: “In queste condizioni si perde, solo uniti sarà possibile vincere”

NESSUNO CAPACE DI STRAVINCERE – Nel centrodestra non ci sarebbe il candidato capace di ‘stravincere’. Sono queste le considerazioni arrivate da Meteo Salvini dopo la chiusura dei 41 gazebo approntati nella Capitale lo scorso fine settimana. “Queste consultazioni ci dicono che in queste condizioni si perde e che solo uniti sarà possibile vincere”, ha detto il leadr della Lega questa mattina in conferenza stamapa alla Camera. “Sarò io il primo a fare un passo indietro per un nome proposto dai cittadini romani. Propongo una consultazione, un confronto chiamatelo come vi pare, in tutti i municipi”. 

MARCHINI IN TESTA – Dalla Lega se lo aspettavano, tra i nomi papabili nessuno raggiungerebbe una maggioranza schiacciante, tale da far pensare ad una mobilitazione dell’elettorato. “Nessuno ha stravinto e nessuno ha straperso. A metà dello spoglio in questo momento non c’è nessuno che arriva alla maggioranza anzi”. Nel particolare i voti sono così suddivisi: 1450 Marchini, 1300 voti per Pivetti, 1250 Storace, 1050 Bertolaso. Non bisogna dimenticare che le primarie di Salvini non avevano ottenuto il benestare di FI e FdI, che non hanno chiamato i loro elettori alle consultazioni.

SI TORNA A CHIEDERE LE PRIMARIE – Così Salvini torna a chiedere un incontro con gli altri membri del centrodestra. La volontà del leader leghista è quello di arrivare a convergere su un nome che coalizzi l’elettorato: “A mettersi intorno un tavolo ci vuole un quarto d’ora – conclude – Nella voce ‘altri’ sulle schede c’è Giorgia Meloni che ha preso quasi 400 consensi e che sarebbe titolata per fare il candidato sindaco”.

LeMa