Home Rubriche Go Green

Roma: falchi contro gli storni come misura anti-guano

Nuova iniziativa del Campidoglio per contrastare la presenza di numerosi storni che popolano le alberature della Capitale anche nel centro città

SHARE

ROMA – È bastato un temporale, anche se di forte intensità, per chiudere una parte del Lungotevere. È successo lo scorso lunedì durante l’allerta meteo lanciata dalla Protezione Civile Regionale. Ma a causare il blocco del traffico e con esso disagi enormi per gli automobilisti romani, non sono stati gli allagamenti o il crollo di qualche alberatura, bensì uno strato di guano che mischiato alla pioggia ha dato vita ad un tappeto scivolosissimo che ha reso l’asfalto impraticabile.

FALCHI E FALCONIERI – Così per cercare di evitare che questa situazione possa riproporsi a breve, dal Campidoglio si cerca di correre ai ripari, con una soluzione definita dall’Assessorato all’Ambiente ‘ecologica, naturale e cruelty free’. Intatti per cercare di contrastare gli storni che imperversano nei cieli di Roma, sono in arrivo dei falchi con i rispettivi falconieri.

GLI INTERVENTI – Alla base di questa decisione c’è l’assunto per cui questi rapaci spaventano gli uccelli, li costringono ad alzarsi in volo e li allontanano dal posto dove si sono stabiliti. In ogni caso, assieme all’intervento dei falchi e dei falconieri, andranno avanti gli interventi con gli “stress call”, dei dissuasori sonori che fanno allontanare gli storni.

Red