Home Rubriche Go Green

Nasce L’Ortolino, il nuovo orto sociale del Municipio VIII

SHARE
ortolino

Con gli orti si trasformano luoghi di degrado in spunti di socialità

L’INAUGURAZIONE – Il Municipio VIII ancora una volta si conferma il Municipio degli Orti Urbani. Questa volta il terreno riscattato dall’abbandono è su via del Tintoretto a poca distanza dall’incrocio con via Baldovinetti. In questo triangolo di terra ha preso vita L’Ortolino, l’ultimo arrivato tra gli Orti urbani, sociali e popolari del Municipio VIII. A raccontare l’inaugurazione avvenuta nella giornata di domenica sono il Presidente del Municipio VIII, Andrea Catarci e l’Assessore municipale all’Ambiente, Emiliano Antonetti: “Un altro bell’esempio di riqualificazione ambientale di spazi altrimenti preda del degrado e dell’abbandono, trasformati in cuori pulsanti ed in luoghi di incontro intergenerazionale e socialità. È ancora senza acqua ma già vitale e bello, per l’operosità e lo spirito di comunità di tanti”. 

TANTI ESEMPI SUL TERRITORIO – Sul territorio del Municipio VIII è lungo l’elenco delle esperienze simili a questa: Largo Veratti, Vicolo dell’Annunziatella, Piazza Brin, il parco di via Rosa Raimondi Garibaldi, la Cartiera sull’Appia antica, dell’Appia Pignatelli, la Coop Garibaldi all’Istituto Agrario di via Grottaperfetta. “Un discorso particolare –seguitano Catarci e Antonetti – merita il lavoro pluriennale svolto al Tintoretto dall’associazione Tre Fontane, che dopo aver dato vita oltre due anni fa alla più grande area cittadina recuperata allo scopo l’ha recentemente ampliata ulteriormente, strappando altri lembi di territorio al degrado ed arrivando a 103 spazi complessivi, tra affidamenti a famiglie, ad associazioni ed ambienti naturali a finalità didattica e ricreativa”.

SCUOLE ED ORTI DIDATTICI – Dal Municipio VIII infine arriva l’intenzione di sostenere queste realtà, promuovendo le esperienze virtuose e favorendo tra di esse processi di scambio e collegamento in rete, anche in relazione alla rinnovata attenzione per gli orti didattici nelle scuole del territorio: “Aumentano gli Orti didattici – concludono – nell’ambito di programmi pedagogici in cui attraverso il gioco e l’impegno mediato da insegnanti e docenti si riscopre la vocazione agricola di Roma, i vantaggi di una vita sana ed a contatto con la natura e la stagionalità dei prodotti”.

LeMa