Home Municipi Municipio XII

Forlanini: Zingaretti lo propone come sede dell’Agenzia europea per la Ricerca Biomedica

In questo modo Roma diventerebbe Capitale del biomedicale e l’ex nosocomio recupererebbe un’illustre funziona pubblica

SHARE

MONTEVERDE – Il Forlanini come sede dell’Agenzia europea per la Ricerca Biomedica. È questa la proposta del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che in una nota oggi ha candidato così l’ex complesso edilizio a rivestire un ruolo tanto rilevante nel suo futuro. Della nuova destinazione del compendio si parla ormai da anni come ormai è noto. Tra i progetti della Regione ricordiamo quello di realizzare al suo interno una Cittadella della Pubblica amministrazione con sedi di rappresentanza internazionali.

LA PROPOSTA DI ZINGARETTI

“Roma ha le carte in regola per essere una seria candidata ad ospitare la sede dell’Agenzia europea per la Ricerca Biomedica e per la gestione delle crisi sanitarie. Voglio lanciare la proposta di realizzarla nel complesso dell’ex Ospedale Forlanini”, ha detto Zingaretti attraverso la pagina Facebook “Salute Lazio”, la pagina ufficiale dell’Assessorato alla Sanità e all’Integrazione Socio Sanitaria della Regione. “Sarebbe una scelta strategica per Roma – ha proseguito il Governatore – che diventerebbe la Capitale del biomedicale recuperando allo stesso tempo una prestigiosa funzione pubblica in un bene importante come il Forlanini, su cui è già aperta una forte interlocuzione con il Ministero degli Esteri, con la città e il quartiere per garantire una apertura per servizi ai cittadini”.

PUNTI DI FORZA

La città di Roma e l’intera Regione Lazio, ha proseguito Zingaretti “sono un ecosistema naturale e già oggi rappresentano oltre il 40% dell’intero export farmaceutico nazionale con centri di ricerca all’avanguardia nel panorama europeo come l’Istituto Spallanzani”. Inoltre l’Agenzia, ha proseguito, “sarebbe fortemente agevolata nelle comunicazioni dall’aeroporto di Fiumicino, riconosciuto come migliore Hub al mondo per i servizi anti-Covid”. Per questa ragione su questa proposta, ha concluso il Governatore “la Regione Lazio è pronta a fare la sua parte. Auspico un consenso di tutte le forze politiche e le Istituzioni per il bene della nostra città”.

Apt