Home Municipi Municipio IX

Decima: nel Residence apre il Centro di prima accoglienza

SHARE
residence eur torrino

La struttura è stata identificata con un bando della Prefettura per accogliere i richiedenti asilo

Un nuovo centro di prima d’accoglienza per richiedenti asilo è stato organizzato all’interno del Residence Eur Torrino in via di Decima. I gestori della struttura, in grado di ospitare circa 80 posti letto, a quanto si apprende avrebbero vinto un bando della Prefettura di Roma che al momento controllerebbe il Residence.

La notizia dell’apertura di questo nuovo centro arriva dopo quella del centro di Mostacciano, così come evidenziato dai consiglieri municipali di FdI Cuoci, De Juliis e Sordini: “Due diversi stabili, a Mostacciano e ad Eur Torrino, a pochi passi di distanza e senza alcun preavviso alla cittadinanza”. Come per la Tendopoli di via Ramazzini, controllata dalla CRI, le persone ospitate sarebbero già identificate e avrebbero già superato i controlli sanitari necessari.

I consiglieri d’opposizione hanno intenzione di ottenere tutte le informazioni in merito agli iter che hanno portato all’apertura di due Centri nel territorio del Municipio IX: “La contemporanea presenza di più strutture con la stessa destinazione d’uso rischia di aggravare le condizioni di sostenibilità di un quadrante già afflitto da numerose criticità e per questo ci piacerebbe conoscere quali sono state le procedure autorizzative ed i pareri in merito – seguitano Cuoci – De Juliis e Sordini – Ci domandiamo, quindi, se sono state rispettate tutte le normative vigenti relative all’accoglienza ed agli affidamenti economici e se non sussistano, fra gli ospiti della struttura, condizioni di salute precarie o pericolose tali da richiedere interventi onde non pregiudicare la salute pubblica”.

La richiesta avanzata dagli esponenti di FdI è quella di un Consiglio municipale straordinario su questo tema. “Non è ammissibile – concludono – che chi ha fatto della propria bandiera la trasparenza cali sulla cittadinanza problematiche così delicate e senza preavviso”.