Home Municipi Municipio VIII

Municipio VIII: arriva l’approvazione del bilancio

SHARE
municipio 8 4

Un milione di euro su strade e scuole, preoccupazione per sfratti, partecipate, decentramento e tagli ai Dipartimenti

IL BILANCIO PREVISIONALE 2015 – L’VIII è tra i primi Municipio ad aver approvato il Bilancio di Roma Capitale. Ci sono volute due sedute e sei appelli per arrivare ad una votazione che ha lasciato scontenta l’opposizione municipale e che non convince completamente nemmeno la maggioranza. 

I NUMERI DEL BILANCIO – Dalla maggioranza è stata espressa in più occasioni la sensazione che si sia tornati alla normalità, rispetto agli slittamenti degli scorsi anni: “Il Bilancio di previsione torna ad essere una effettiva capacità previsionale sulle spese – spiega la consigliera PD Floriana D’Elia – 10 milioni di euro con l’incremento di circa 900mila euro rispetto allo scorso anno, ed investimenti circa 1 milione di euro per la manutenzione”. L’approvazione dei bilanci nei tempi giusti, per evitare la gestione emergenziale della Capitale, torna ad essere uno strumento essenziale per la programmazione e la lotta alla corruzione derivata dall’emergenza: “Stiamo ancora pagando l’accumulazione del debito lasciato dalla scorsa amministrazione di Roma Capitale – sottolinea la vice presidente e Assessora al bilancio, Anna Rita Marocchi – con l’approvazione nei tempi giusti si ribadisce il concetto di equità, perchè l’amministrazione potrà programmare gli interventi attraverso le gare d’appalto, senza lavorare in continua emergenza”. Preoccupazione sul bilancio, soprattutto in relazione alla copertura degli ultimi mesi del 2015, è stata espressa dall’Assessore alla Politiche Sociali, Dino Gasparri: “Bisogna annunciare subito che andando avanti ci saranno delle urgenze. Nelle voci di spesa per l’assistenza chiederemo 200mila euro. Abbiamo problemi sul sociale, sulle liste di attesa per l’assistenza agli anziani e sulle Case famiglia – spiega – Il Municipio ha il dovere di fornire questi servizi essenziali”.

IL PIANO DI INVESTIMENTI – Circa un milione di euro (uno per ogni municipio) è stato affidato al Municipio VIII nel piano di investimenti. Per definirne l’utilizzo si è puntato sulle priorità: “Continuiamo a dare importanza all’edilizia scolastica per creare un ambiente sano e sicuro per bambini” spiega l’Assessora municipale ai Lavori Pubblici, Paola Angelucci. Che seguita elencando gli interventi: “205mila euro alla Scuola Padre Lais, per la costruzione di una scala di sicurezza, l’adeguamento anti incendio, la sistemazione giardino e una nuova sala mensa; 150mila euro per la Cesare Battisti, con il consolidamento di un solaio, la sostituzione dei quadri elettrici, la sistemazione dei servizi igienici e lo spostamento della mensa; la scuola Dalla Chiesa, con la pavimentazione delle aule da sostituire e la sistemazione dell’impianto elettrico”. Interventi questi, come spiega Angelucci, che sono pensati per durare e non per dover spendere nuovamente soldi pubblici a breve. “Il resto degli interventi riguardano invece la mobilità, con degli interventi approfonditi su viale del Caravaggio e i marciapiedi di viale di Tor Marancia”.

LA POSIZIONE DELLA MAGGIORANZA – Oltre all’approvazione del Bilancio Previsionale la maggioranza municipale ha anche votato un atto in cui si esprime preoccupazione per quattro tematiche. Tutti elementi che, sperano in via Benedetto Croce, arriveranno il prima possibile al dibattito in Aula Giulio Cesare. “Abbiamo espresso preoccupazione per il mancato blocco degli sfratti, per lo stallo istituzionale sulle questioni relative al Decentramento amministrativo nonché per i tagli previsti che potrebbero abbattersi sui Dipartimenti comunali, dal sociale ai lavori pubblici – aggiungono – Si è, poi, chiesto approfondimenti e miglioramenti sul piano di riorganizzazione delle partecipazioni di Roma Capitale, per le possibili ripercussioni sociali ed occupazionali legate al disimpegno in settori economici importanti come il farmaceutico, i trasporti, l’ambiente e i rifiuti”. Il Presidente del Municipio, Andrea Catarci e i Capi Gruppo di maggioranza Federico Raccio (P.D.), Gabriella Magnano (S.E.L) e Eleonora Talli (Lista Civica Marino), hanno allo stesso modo espresso soddisfazione “per un Bilancio che torna ad essere approvato in tempi ragionevoli che permette di poter utilizzare al meglio le risorse disponibili. Finalmente non si sarà più costretti a lavorare in dodicesimi, si potrà programmare quegli interventi di manutenzione straordinaria che per anni e anni non si sono potuti effettuare. Un segnale di ripartenza e di discontinuità con il passato”.

DALL’OPPOSIZIONE – Anche il M5S continua a battere sul buco lasciato nelle casse di Roma Capitale dalla scorsa amministrazione: “Un danno non ancora ancora sanato – spiega il capogruppo, Carlo Cafarotti – I servizi che si riescono ad erogare sono insufficienti rispetto alle esigenze. Si manterrà un livello non inferiore allo scorso anno, ma comunque inferiore alle attese”. Mentre da FI si sottolinea lo strano spostamento dei fondi stanziati dal Campidoglio per la mobilità, nel capitolo di spesa per l’edilizia scolastica. Una posizione questa ribadita anche dal consigliere di FdI, Glauco Rosati, che ha anche presentato un emendamento in merito bocciato dalla maggioranza: “I miei emendamenti sono stati tutti inesorabilmente bocciati, anche quello che andava a correggere l’errore di stanziamento della maggioranza. Sarà interessante capire come riusciranno a spostare parte del milione di euro, stanziato per la mobilità, sul capitolo scuole” dichiara Rosati. Che aggiunge: “Anche tutti gli altri miei atti sono stati bocciati, tutti riguardanti opere ampiamente votate in Consiglio, come la rotatoria su via Tito, l’abbattimento di barriere architettoniche in via Anton da Noli e in via Pigafetta, ripristino di segnaletica orizzontale in molte strade, potature e alcuni importanti interventi di edilizia scolastica”.

Leonardo Mancini