Home Notizie Cronaca Roma

AMA e Retake firmano il Protocollo sul decoro

SHARE
amaretake

Fino a 75 pulizie partecipate al mese per i prossimi 12 mesi

L’INIZIATIVA – Il 6 febbraio in Piazza dei Prati degli Strozzi è stato siglato un accordo che rende strutturale la collaborazione, già sperimentata positivamente, tra gli operatori dell’AMA e i cittadini volontari di Retake. A siglare il protocollo il Commissario Straordinario di Roma Capitale Francesco Paolo Tronca, il Direttore Generale di Ama Alessandro Filippi e il Presidente di Retake Roma, Simone Vellucci, durante una pulizia straordinaria nella piazza. 

IL PROTOCOLLO – L’accordo durerà 12 mesi, prevedendo la realizzazione di interventi mirati straordinari di pulizia e spazzamento, sfalcio e diserbo delle erbe infestanti, cancellazione delle scritte murarie e rimozione degli adesivi. “Grazie a questa intesa – leggiamo nel comunicato dell’AMA – si potranno organizzare fino a 5 iniziative congiunte al mese per ciascun municipio (fino a 75 al mese su tutta Roma), per un totale massimo di 900 operazioni aggiuntive per il decoro urbano nel corso dell’anno, secondo un programma che interesserà tutti e 15 i municipi della città”. Il protocollo d’intesa stabilisce che sia Retake Roma, di volta in volta, ad individuare le aree. Ama, da parte sua, avrà cura di recepire dal referente Retake di zona segnalazioni di eventuali criticità e comunicare il calendario delle iniziative più complesse all’Amministrazione capitolina e al nucleo PICS della Polizia di Roma Capitale. “Perché facciamo tutto questo? – scrivono gli attivisti di Retake Roma – Perché in ogni Paese dove ai cittadini interessa pretendere la pulizia dello spazio dove vivono, interessa difendere la propria città dal vandalismo, interessa impegnarsi, i servizi pubblici funzionano meglio. E questo è esattamente quello che vogliamo: che Ama faccia di più, che Retake sia più efficace, che Roma sia più vivibile”.

LE POSIZIONI – Dall’AMA si parla di una necessaria alleanza tra la municipalizzata e i cittadini: “L’alleanza tra Ama e cittadini è fondamentale per garantire il decoro della Capitale – commenta il Direttore Generale di Ama Alessandro Filippi-. L’unione tra la professionalità degli operatori aziendali e l’entusiasmo dei volontari può creare, infatti, le condizioni per curare quei sintomi che portano a fenomeni di degrado, puntando a rimuoverne le cause. Attraverso un percorso condiviso e una sensibilizzazione sul territorio, è possibile arginare e modificare i comportamenti scorretti a favore del bene comune”. Per l’Associazione Retake questo protocollo rappresenta un’opportunità: “Questo accordo ci permetterà di dare più forza all’impegno di migliaia di romani che, grazie a Retake, si stanno riprendendo la propria città, come dimostrano gli oltre 40 eventi già organizzati nei primi 40 giorni del 2016 – sottolinea il Presidente di Retake Roma Simone Vellucci -. Con Ama vogliamo trovare nell’immediato soluzioni alle criticità che emergono. Ma soprattutto creare le condizioni per cambiamenti strutturali che rendano Roma più vivibile”.

LeMa