Home Notizie Città Metropolitana

Musei gratuiti: cosa fare a Roma il 2 febbraio

Tornano le domeniche al museo, tantissimi i siti aderenti all’iniziativa

SHARE
colosseo22

Il bagaglio artistico italiano è davvero prezioso, per questo nel 2014 è nata l’iniziativa ministeriale “Io vado al Museo”, con il decreto Franceschini, che prevede l’ingresso gratuito nei musei durante la prima domenica del mese (2 febbraio). La prima edizione del 2020 è stata da record, i luoghi dell’arte a costo zero sono stati visitati da circa 17 milioni di persone dalla nascita dell’iniziativa, infatti il Ministro per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, Dario Franceschini, ha dichiarato di voler prolungare la promozione e riproporre le domeniche gratuite permanenti tutto l’anno. 

I musei che aderiscono sono davvero moltissimi tra statali e comunali, solo gli ingressi alle mostre non sono compresi. È consigliabile dunque consultare prima il sito ufficiale del museo o della mostra per poter passare una domenica all’insegna della cultura.

I MUSEI DI ROMA ADERENTI ALL’INIZIATIVA

Il parco Archeologico di Ostia Antica e quello dell’Appia Antica, le Terme di Caracalla, Pantheon, Colosseo e Fori, Palazzo Massimo e Palazzo Altemps, Terme di Diocleziano, Museo nazionale etrusco di Villa Giulia, Castel Sant’Angelo, Palazzo Venezia, Museo Hendrik Christian Andersen, Museo Boncompagni Ludovisi per le arti decorative, il costume e la moda dei secoli XIX e XX, la Galleria Spada, il Museo e Galleria Borghese, la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, i musei etnografici Luigi Pigorini e Giuseppe Tucci, oltre a quello nazionale delle arti e tradizioni popolari, al Museo delle Civiltà, al Vittoriano, alla Crypta Balbi, a Palazzo Barberini, al Museo di Roma in Trastevere, ai Musei Capitolini e a quelli di Villa Torlonia.

Ulteriori informazioni sui musei aderenti all’iniziativa sono sul sito del MiBAC.

Red