Home Notizie Stadio della Roma

Nuovo Stadio AS Roma: Santoro: “Il Municipio farà la sua parte”

SHARE
stadioroma4

Non mancano le critiche del centro destra: “Hanno chiesto ai cittadini di quel quadrante?”

 

DOPO LA PRESENTAZIONE – del progetto del nuovo stadio della AS Roma, svoltasi questa mattina in Campidoglio, non manca la reazione di Andrea Santoro, Presidente del Municipio IX, territorio in cui sorgerà il nuovo impianto: “Ciò che ho visto questa mattina può rappresentare una straordinaria opportunità di sviluppo per Roma e ovviamente per il nostro Municipio – spiega il presidente riprendendo le parole del Sindaco Marino – Siamo pronti a fare la nostra parte per vedere realizzato questo progetto in tempi strettissimi, nel massimo della trasparenza e soprattutto prestando tutta l’attenzione alla qualità della vita dei cittadini che ogni giorno vivono o lavorano sull’asse di Tor di Valle”.

INFRASTRUTTURE – L’attenzione, anche secondo Santoro, dovrà essere orientata soprattutto sul tema delle infrastrutture. Non possiamo infatti dimenticare le condizioni in cui versano la via del Mare e le stazioni della Ostia Lido: “Le parole del Sindaco Marino sono le mie: saranno centrali le infrastrutture per la mobilità pubblica e privata che si dovranno realizzare a supporto di quest’opera per inserirla in un contesto urbanizzato e che necessita di interventi risolutivi. Ma se lo spirito è quello respirato questa mattina in Campidoglio – conclude Santoro – abbiamo tutte le possibilità per rendere questa città un esempio positivo di pianificazione e realizzazione di opere sostenibili”.

HANNO CHIESTO AI CITTADINI? – è questa la domanda che pone il Vice Presidente del Consiglio del Municipio IX, Massimiliano De Juliis. “Leggiamo le parole di entusiasmo pronunciate dal Sindaco Marino sul nuovo Stadio della Roma a cui fanno eco quelle del Presidente del Municipio Santoro ma ancora non ci è dato sapere le motivazioni di questo entusiasmo e soprattutto se hanno chiesto ai cittadini di quel quadrante cosa ne pensano e se hanno suggerimenti da dare”. De Juliis ripercorre quindi l’iter che ha portato alla giornata di oggi e alla presentazione in Campidoglio: “Un anno fa esprimemmo un parere moderatamente positivo, poiché lo stadio doveva inserirsi all’interno di una struttura sportiva preesistente ed anche perché si trovava vicino alla stazione Roma-Lido, oggi non abbiamo avuto modo di vagliare alcun progetto, in assenza del quale risulta difficile sbilanciarsi”.

MODERATAMENTE FAVOREVOLI – nessun giudizio da parte del centro destra municipale, non ancora in grado di stabilire la fattibilità dell’opera: “Non siamo in grado di esprimere un giudizio e per questo ci chiediamo se il Presidente Santoro ha avuto modo di visionarlo, senza avvisare il consiglio municipale, o se il suo giudizio positivo deriva dall’accettare per l’ennesima volta le decisioni calate dall’alto – seguita De Juliis – Noi continuiamo ad essere moderatamente favorevoli ma vogliamo prima capire come si regge l’investimento sul piano economico, come andrebbe ad impattare sul piano della viabilità, se viene interrato il limitrofo depuratore e non ultimo su quello ambientale”. Quest’ultimo un elemento certamente da non sottovalutare, dato che il nuovo stadio dovrebbe sorgere nell’immediata prossimità del Tevere: “Tempo fa votammo l’approvazione di un progetto del WWF e vorremmo poter avere, carte alla mano, la possibilità di considerare come il nuovo stadio interagirà con tutti questi fattori. Allora sì – conclude De Juliis – potremo dire con chiarezza se sarà un’opera apprezzabile o meno”.

Leonardo Mancini