Home Notizie Stadio della Roma

Nuovo Stadio della Roma: Ancora critiche sul progetto

SHARE
stadioroma33

M5S: “L’interesse è solo privato, non pubblico”

LO STADIO – C’è ancora attesa per la presentazione dei progetti definitivi del Nuovo Stadio della Roma che, prima di approdare in Regione, dovranno passare nuovamente per gli uffici capitolini. Intanto dopo le analisi sulla mobilità dell’area, portante avanti nel convegno ‘Il nuovo stadio della A.S. Roma: accessibilità e impatto sulla mobilità della Capitale‘, organizzato dall’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma e dall’Associazione Italiana Ingegneria del Traffico e dei Trasporti, in collaborazione con l’Aci, si torna a parlare dell’interesse pubblico dell’opera. 

IL M5S CONTRO L’INTERESSE PUBBLICO – A farlo ai microfono di Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università Niccolò Cusano, è la parlamentare del M5S, Roberta Lombardi: “Nuovo stadio della Roma? Il giochino funziona così: l’impianto costerà 340 milioni di euro, a carico dei privati e fin qui va bene. Poi ci sono altri 270 milioni da spendere per opere di urbanizzazione, per rendere questo stadio accessibile al pubblico. Di questi 270 milioni solo 50 sono a carico dei privati, gli altri 220 sono a carico dei contribuenti – seguita – Oppure, siccome il Comune non ha un euro in tasca, questi 220 milioni vengono compensati da 1 milione di metri cubi di centro commerciale e centro direzionale. Quindi il Comune fa pagare quelle opere ai privati ma gli permette di costruire intorno allo stadio un milione di metri cubi”.

LO SCONTO AI COSTRUTTORI – Roberta Lombari seguita poi parlando di come non si profili l’interesse pubblico, elemento fondamentale per la realizzazione dell’opera: “Se invece questo spazio lo avessero pagato direttamente i privati senza compensazione- conclude- avrebbero pagato circa 500 milioni di euro di oneri concessori al Comune. Quindi il Campidoglio gli ha fatto uno sconto del 50%. Io non vedo l’interesse pubblico, ma vedo un forte interesse privato”.

LM