Home Notizie Stadio della Roma

Stadio della Roma: il plastico arriva a Corviale

SHARE
stadioroma21-900x505-600x336RID

Dal 2 febbraio al 2 marzo il progetto sarà visionabile nella Biblioteca Nicolini

LO SPOSTAMENTO – Dopo la presentazione nella Casa della Città a Garbatella e qualche mese di permanenza nella sede del Municipio IX di via Silone, il plastico del nuovo stadio della Roma fa nuovamente le valige. Dal 2 febbraio al 2 marzo, grazie all’accordo con l’AS Roma e l’Amministrazione capitolina, il plastico sarà esposto presso la sala mostre della Biblioteca comunale “Renato Nicolini” di via Marino Mazzacurati n.76 a Corviale. Il plastico (mt 1,70×2,20) e le schede informative sul progetto saranno a disposizione dei cittadini e dei tifosi che vogliono prenderne visione, durante gli orari di apertura della Biblioteca.

CRITICITÀ E PROSPETTIVE – A dare la notizia dell’esposizione del plastico è il Presidente del Municipio XI, Maurizio Veloccia, che spiega quali siano le possibilità e le criticità che il progetto potrebbe portare al territorio municipale: “Si discute molto del progetto del nuovo Stadio della AS Roma che, sebbene sorgerà a Tor di Valle nel Municipio Roma IX, avrà molte ricadute nel nostro territorio. Lo Stadio, infatti, può essere una grande opportunità per la città, soprattutto per migliorare il sistema della mobilità nel quadrante ovest – ha scritto Veloccia – È nella prospettiva di riqualificazione del contesto urbano in cui si inserisce il nuovo Stadio che abbiamo proposto l’esposizione del plastico: un’occasione per tutti i nostri cittadini di conoscere questo progetto che porterà importanti novità anche nel nostro territorio”.

LE RICHIESTE DEL MUNICIPIO XI – Come per il Municipio IX, anche il territorio amministrato da Veloccia aveva espresso parere favorevole alla Delibera sullo Stadio, pur ponendo alcune discriminati “per migliorare il testo e assicurare la soluzione di alcuni nodi viari, che l’Assemblea capitolina ha recepita”. Fra questi il Presidente ha ricordato “la realizzazione del sottopasso ferroviario di via Luigi Dasti: un insostenibile collo di bottiglia per tutto il quadrante Magliana-Parco de Medici. Roma Capitale ha, inoltre, confermato la previsione di importanti opere tra cui un ponte pedonale sul Tevere fino a Magliana e un parco fluviale tutto intorno allo Stadio. Anche le cubature sono state ridotte di 102 mila mc (erano 900 inizialmente)”. 

LM