Home Municipi Municipio VIII

Da Trento a Ottavo Colle: il gemellaggio nel nome di San Vigilio

La visita del Sindaco di Trento in Municipio VIII per la firma di un ‘Patto d’amicizia’ nel nome di un santo comune

SHARE

MUNICIPIO VIII – Nello scorso fine settimana il Municipio VIII ha avuto un ospite di tutto riguardo: il Sindaco di Trento Alessandro Andreatta. Una visita legata alla presenza di una Parrocchia nel quartiere di Ottavo Colle, quella di San Vigilio, intitolata al protettore della città trentina. Il Municipio VIII ha intrapreso un percorso di gemellaggio con la firma di un ‘Patto di amicizia’ tra le due Istituzioni. Nel testo si legge come l’obiettivo del Patto, “che sarà sostenuto dai cittadini delle due comunità soprattutto dai soggetti sociali quali associazioni, giovani, scuole, università, istituzioni religiose, è quello di consolidare e ampliare i rapporti di amicizia e stringere accordi per lo sviluppo dei rispettivi territori”.

DA TRENTO A OTTAVO COLLE

La visita del Sindaco Andreatta è partita proprio dalla Parrocchia di San Vigilio in via Paolo di Dono: “Una bellissima giornata all’oratorio di San Vigilio per il torneo dei ragazzi della Parrocchia – racconta il consigliere municipale del Pd, Luca Gasperini, accompagnato anche dal consigliere Samuele Marcucci – il Sindaco Andreatta ha avuto modo di conoscere tutte le realtà che attraversano il quartiere, dalla Parrocchia fino all’Associazione dei Commercianti di Ottavo Colle, la Onlus San Vigilio, il comitato di quartiere “Insieme per l’ottavo colle” e la Roma 7.0 Academy”. Successivamente il Sindaco di Trento è stato invitato dal presidente Ciaccheri a visitare le Fosse Areatine, luogo simbolo della memoria di questo territorio e d tutta la Capitale: “Una visita in occasione di un evento speciale – scrive Ciaccheri – nasce un nuovo ponte, lanciato tra il nostro territorio e la città di Trento e volevo iniziasse da qua. Ci siamo trovati insieme al sindaco Andreatta per firmare un patto d’amicizia, nato nel nome di un santo in comune, ma soprattutto cresciuto nello spirito d’avventura e nella cura di un’intera comunità, quella del quartiere Ottavo Colle. È l’inizio di una avventura, che riunirà le nostre due città e ci porterà a nuovi incontri e collaborazioni – conclude – le scopriremo un passo alla volta assieme”.

VERSO PIAZZA SAN VIGILIO

Intanto il primo passo di questo gemellaggio è un’iniziativa che riguarda la toponomastica del quartiere: “Ci siamo impegnati ad intitolare a San Vigilio la Piazza antistante via Paolo di Dono 154 – spiega il consigliere Gasperini – nelle prossime settimane presenteremo in Consiglio un atto in tal senso che, speriamo, incontrerà il voto positivo di tutte le forze politiche. Poi lavoreremo con l’ufficio toponomastico di Roma Capitale per arrivare a questa importante intitolazione”.

Leonardo Mancini