Home Rubriche Go Green

Nuova bonifica nel Parco Tre Fontane, rimossi rifiuti e un insediamento abusivo

È il terzo intervento nell'area, per l’assessore Centorrino del Municipio VIII serve un intervento risolutivo del Comune

SHARE

TRE FONTANE – Non è la prima volta che si è costretti ad intervenire con sgomberi e bonifiche all’interno del Parco delle Tre Fontane in Municipio VIII. L’ultima di queste operazioni è arrivata solo poche ore fa ed è stata annunciata dall’assessore municipale all’Ambiente, Michele Centorrino. “Finalmente oggi, dopo riunioni, sopralluoghi e richieste reiterate in ogni sede, è iniziata la bonifica dell’area di parco delle Tre Fontane dove insisteva un insediamento abusivo”, ha commentato l’assessore.

L’INSEDIAMENTO ABUSIVO

L’insediamento abusivo è nato, come in altre occasioni, sotto i fornici del cavalcavia sul quale corre la vicina via Ballarin. Il tutto a pochi metri in linea d’area dalla stazione dell’VIII Gruppo della Polizia Locale, ma completamente nascosto alla vista di passanti e automobilisti. In questi ultimi mesi nell’area è stata accumulata una enorme mole di rifiuti, oltre ad alcune baracche di fortuna.

LA BONIFICA E GLI INTERVENTI NECESSARI

La bonifica iniziata oggi, proprio per la mole di rifiuti presenti, “vedrà impegnate ancora domani le squadre intervenute – spiega Centorrino – ma questo non basta”. La necessità richiamata anche dall’assessore è che a questa bonifica possa seguire un intervento veramente risolutivo: “Se i fornici del cavalcavia non saranno chiusi il rischio è di veder vanificata per la terza volta la bonifica dell’area – spiega – Per evitare ciò voglio ringraziare le forze di Polizia che intensificheranno i controlli, ma soprattutto sarà dirimente la tempistica con la quale il Comune di Roma effettuerà la chiusura come da nostra richiesta”.

LA RIQUALIFICAZIONE DEL PARCO

Altra richiesta avanzata dall’assessore è quella di arrivare, con urgenza, al finanziamento della riqualificazione totale del parco: “Un lavoro già pronto – assicura Centorrino – e disponibile nelle mani del Comune di Roma”. Un richiamo alla necessità di questo tipo di intervento è stato fatto diverse volte negli ultimi anni. Uno degli ultimi atti presentati in consiglio municipale sul tema è stato firmato dalla consigliera Pd Antonella Melito e dal consigliere e Delegato al Decoro, Roberto Falasca. Il testo, depositato il 17 giugno scorso, chiede proprio lo stanziamento di fondi per la riqualificazione di quest’area, oltre a frequenti pulizie e bonifiche, volte a preservare l’area da ulteriore degrado.

Leonardo Mancini