Home Municipi Municipio VIII

Sottopassi Colombo: interventi in vista per la chiusura temporanea

L’idea del Municipio VIII è quella di evitare che vengano tombati in vista di una riqualificazione dell’area dell’ex Fiera di Roma

SHARE

CRISTOFORO COLOMBO – Sono anni che ci si interroga sulla possibilità di tombare, chiudendoli definitivamente, i sottopassi pedonali della Cristoforo Colombo tra via Costantino e via dei Georgofili in corrispondenza dell’ex Fiera di Roma. Da tempo ricettacolo di immondizia e luogo di prostituzione, oltre a ricovero abusivo per senza fissa dimora. In passato sono state anche effettuate diverse bonifiche, che hanno portato alla luce situazioni allarmanti, con bombole di gas e sistemi di riscaldamento artigianali appena sotto la sede stradale.

IL DEGRADO DELL’AREA

Da diverso tempo la chiusura degli ingressi sembra reggere, eliminando perlomeno il fenomeno dell’occupazione abusiva, ma le scalinate di accesso restano tutt’ora preda del degrado. È di pochi giorni fa la fotografia inviata da un nostro lettore che ritrae addirittura una lavatrice abbandonata in fondo alle scale d’accesso.

LA CHIUSURA DEI SOTTOPASSI

In merito alla vicenda e al futuro di queste strutture è il delegato al decoro del Municipio VIII, il consigliere Pd, Roberto Falasca, a spiegarci come già nelle settimane precedenti la quarantena siano stati avviati contatti con l’ufficio centrale decoro per richiedere che i sottopassi venissero chiusi e messi in sicurezza: “Questo – spiega Falasca – non significa tombarli, ma chiudere gli accessi alle scalinate con delle lastre di ferro e delle botole chiuse e in sicurezza”.

L’IPOTESI PER IL FUTURO

Questa ipotesi di chiusura degli accessi è stata anche recente mente votata in Consiglio Municipale: “L’intento è quello di non precludere la possibilità di utilizzo futuro – seguita Falasca – quando si procederà con l’urbanizzazione dell’ex Fiera, questi sottopassi potrebbero tornare ad essere utilizzati e frequentati”. L’idea è quella che in futuro possano anche diventare anche sede di piccole attività commerciali, una ipotesi già intrapresa in passato (con un bando per la locazione andato deserto), ma che con la riqualificazione dell’area dell’ex Fiera potrebbe essere nuovamente presa in considerazione.

Leonardo Mancini