Home Municipi Municipio IX

Ardeatina e Laurentina: maltempo e lavori infiniti innescano lo scontro nel Municipio IX

SHARE
laurentina1

La maggioranza si scaglia contro la gestione della Provincia, l’opposizione: “Dove erano fino ad oggi?”

SITUAZIONE INSOSTENIBILE – e inaccettabile. In questo modo il Capogruppo del Pd al Municipio IX, Giuseppe Contenta e Alessandro Lepidini, Presidente della Commissione ambiente, definiscono lo stato di via Laurentina e di via Ardeatina, peggiorato dopo il maltempo dei giorni scorsi. 

 

LE DUE ARTERIE – in condizioni critiche dopo dopo i violenti e persistenti temporali, soffrono da tempo anche dei lavori di sistemazione mai completati: “Abbiamo segnalato con ogni mezzo e chiesto a gran voce che la via Laurentina fosse immediatamente messa in sicurezza – seguitano i due consiglieri democratici – completati urgentemente i lavori, ma nulla di tutto questo è avvenuto quando, ancora la settimana scorsa, ci garantivano quaranta operai sulla via Laurentina, dove ci sono stati fatti tragici e inaccettabili”. Allo stesso modo la situazione su via Ardeatina, viene detta disastrosa: “Con voragini e crateri ovunque che espongono gli automobilisti a gravi pericoli per la loro incolumità. A nulla servono i pochi interventi palliativi, laddove realizzati con i sacchetti per tappare le buche”.

LA REVOCA – la nota dei due consiglieri si conclude con toni perentori, in cui viene anche chiesto al Commissario straordinario della Provincia di Roma, Prefetto Riccardo Carpino di provvedere alla revoca delle deleghe del sub Commissario Carla Vaccaro relative a Viabilità e Lavori Pubblici che comprendono le attività del Dipartimento VI ‘Governo del territorio, della Mobilità e Sicurezza Stradale” e del dipartimento VII di mobilità e infrastrutture viarie’: “Il tempo – concludono – è ormai scaduto e non vogliamo più che la vita dei nostri cittadini sia messa a rischio per l’inerzia degli organi competenti”.

ANCHE DALLA PRESIDENZA – del Municipio IX, non mancano i richiami all’urgenza dei lavori di sistemazione, con particolare riguardo alla sicurezza dei molti automobilisti che, ogni giorno, percorrono le due arterie: “Questa mattina ho scritto al Commissario straordinario della Provincia di Roma perché voglio capire i motivi dell’ennesimo rinvio dei lavori sulla via Laurentina nel tratto di competenza della Provincia di Roma – scrive in una nota il Presidente del Municipio IX, Andrea Santoro – Non posso aspettare che su quella strada, così come sulla via Ardeatina, possa succedere un ulteriore grave incidente a causa della situazione disastrosa in cui versano due arterie così importanti per migliaia di cittadini e pendolari”. Anche Santoro torna a sottolineare l’aumento del disagio dovuto al maltempo, che ha creato buche sul manto stradale e pericolo di smottamenti: “In queste ore stiamo facendo l’impossibile per fronteggiare situazioni di disagio su tutta la rete stradale di nostra competenza nonostante le poche risorse a disposizione così come stanno riprendendo i controlli per far rispettare il divieto di transito ai mezzi pesanti – seguita il Presidente sulla scorta delle proteste della sua maggioranza – Ma non è tollerabile che lì dove le risorse ci sono, come per la Laurentina e l’Ardeatina, non si intervenga. Se è un problema con chi deve eseguire i lavori si dica e si risolva. La vita delle persone è più importante dell’ennesimo intoppo burocratico. Per questo, se non vedremo da subito interventi risolutivi saremo pronti ad assumere ogni azione utile e necessaria per tutelare l’incolumità dei cittadini”.

IL PARADOSSO – in questa giusta polemica con la gestione provinciale del tratto stradale, viene individuato dal vice Presidente del Consiglio del Municipio IX, Massimiliano De Juliis e dalla Presidente dell’Associazione Laurentes di Trigoria, Laura Pasetti: “Siamo al paradosso. I consiglieri di maggioranza del Municipio IX si lamentano delle condizioni della provinciale Ardeatina sottolineando che la provincia è commissariata, e che sono a disposizione per qualunque iniziativa a tutela della sicurezza dei cittadini – seguitano – Il commissariamento della provincia non può esimere l’amministrazione municipale dall’intervenire per competenza laddove le condizioni lo richiedano. Inoltre molte strade del quadrante sono comunali e municipali eppure la situazione su queste è ugualmente disastrosa ed il pericolo incombe giornalmente”. Esemplificativa, secondo De Juliis e Pasetti, è la situazione di via di Trigoria: “Che da stradello di borgata è stata declassata a mulattiera di campagna, da percorrere solo a rischio e pericolo di chi vuole avventurarsi , eppure loro neanche la citano: non lo sapevano?”. Ma sembra essere principalmente la critica sulla gestione da parte della Provincia ad innescare la polemica: “Questo comunicato – seguitano De Juliis e Pasetti in relazione alla nota dei due consiglieri democratici – sembra ribaltare una situazione in cui non sono più i fruitori del servizio a chiedere aiuto ma in qualche modo l’amministrazione alza le mani e colpevolizza la provincia, dichiarandosi però disponibile ad intervenire – seguitano rivolgendosi a Contenta e a Lepidini – Che i gentili consiglieri specifichino e chiariscano cosa intendono fare concretamente a tutela della popolazione che in questi giorni affolla i meccanici e i gommisti del municipio, e purtroppo non può preoccuparsi di interpretare atti e documenti che in situazioni come questa non risolvono e non giustificano”. È poi De Juliis a concludere, ricordando il continuo interesse per lo stato delle due strade e per l’andamento dei lavori: “A questi stessi consiglieri domando, dove erano loro quando Zingaretti non evitava questo scempio? Dove erano quando il loro partito lasciava due arterie importantissime abbandonate? Come mai per anni non hanno mai detto una parola ed anzi attaccavano chi invece la battaglia nei confronti della provincia la faceva? – conclude – Solo oggi si accorgono che nel Municipio ci sono la Via Laurentina e la via Ardeatina?”.

Leonardo Mancini