Home Cultura Musica e Rumori di Fondo

Il violoncello

Proseguono gli appuntamenti con la storia degli strumenti musicali, in questo articolo parleremo del violoncello

Il violoncello è uno strumento musicale del gruppo dei cordofoni a corde sfregate (ad arco), appartenente alla famiglia degli archi; è dotato di quattro corde, accordate ad intervalli di quinta giusta. Presentano dei tagli ad ‘effe’ sulla tavola armonica (o piano armonico).

La sottofamiglia dei ‘violoncelli’ si differenzia così dalla sottofamiglia delle ‘viole’ che comprende invece la viola da gamba e altri strumenti antichi con tagli a ‘C’, accordati per quarti e terze, con corde in numero variabile da tre, a sei-sette o più. Si suona da seduti tenendo lo strumento tra le gambe, poggiato su un puntale presente nella parte inferiore dello strumento. L’esecutore conduce l’arco trasversalmente sulle corde. Il violoncello moderno possiede quattro corde accordate ad intervalli di quinta giusta: la corda del La (cantino). Del Re, del Sol e del Do. La corda del La emette un suono tre semitoni più basso del Do centrale e la corda del De è due ottave più basse del DO centrale. L’accordatura dello strumento è dunque una ottava sotto a quella della viola.

Ads

Il violoncello è strettamente associato alla musica classica, è parte dell’orchestra sinfonica, del quartetto d’archi e di molte altre formazioni di musica da camera. Molti sono i concerti e le sonate scritte per violoncello. Viene usato in minor misura anche nella musica leggera, nel rock, heavy metal, e meno comunemente nella musica popolare.

Leggi la storia della batteria

Leggi la storia del pianoforte

Leggi la storia del basso elettrico

Leggi la storia del violino

Leggi la storia della viola

 

Mario Grandinetti

Scuola di Musica Artitalia

Via Fontanellato 70, Roma

Previous articleCovid-19: nel Lazio 1.297 nuovi casi, la Capitale stabile sotto gli 800 contagi
Next articleDalle scuole del Municipio VIII arriva l’Albero Solidale