Home Notizie Cronaca Roma

Stadio della Roma, Municipio IX: la commissione urbanistica è per l’annullamento

Voto positivo per la delibera dei consiglieri capitolini Grancio e Fassina, ora la palla passa al Parlamentino di via Silone

SHARE

TOR DI VALLE – Si è svolta questa mattina la Commissione municipale Urbanistica relativa alla delibera dei consiglieri capitolini Grancio e Fassina che chiede l’annullamento in auto-tutela del progetto di Tor di Valle. La votazione ha visto il voto positivo del presidente della Commissione, Paolo Mancuso, del consigliere del M5s Paolo Barros e del dem Manuel Gagliardi. Gli altri commissari si sono astenuti, riservandosi di votare e commentare il testo in Aula.

IL VOTO IN COMMISSIONE – Infatti questo voto della commissione è solo il primo step dell’iter che questa delibera dovrà seguire in Municipio IX. Dopo aver incassato il voto positivo della commissione urbanistica dovrà passare in Giunta e successivamente in Consiglio Municipale, dove riceverà il parere (rigorosamente non vincolante) di tutto il parlamentino di via Silone. L’orientamento dei consiglieri del M5s sembra essere di contrarietà all’intervento. In più casi infatti è stato ricordata l’assenza degli uffici e dei dipartimenti, più volte convocati in commissione nel corso degli ultimi mesi, oltre alle molte ‘ombre’ calate sul progetto dopo le inchieste della magistratura. “Nel M5s ci sono molti malumori, palesi – ha spiegato il consigliere Barros – il problema stadio è evidente a tutti, anche in Cina lo sanno. Si tratta di un progetto nato in maniera sbagliata e c’è anche una relazione del Politecnico di Torino che parla di una situazione terrificante per il traffico. Non solo le partite ma anche l’attività del business park metteranno in ginocchio un quadrante che già oggi soffre di gravi problemi di traffico”.

UN SEGNALE DAI TERRITORI – Anche il Pd ha votato positivamente la delibera di Grancio e Fassina. È il consigliere Manuel Gagliardi a spiegare in commissione la posizione dei dem: “Non siamo d’accordo con opera è accettiamo l’iniziativa dello stop in auto-tutela. Sono felice che molti consiglieri del M5s siano finalmente dubbiosi rispetto al progetto. Ma – seguita gagliardi – non posso fare a meno di dire che noi queste perplessità le avevamo sollevate già in altre sedi. Perché voi solo oggi? Ora serve un segnale forte dal Municipio che dica che l’opera così com’è va fermata”. L’appuntamento è quindi per la discussione in Aula che potrebbe essere calendarizzata già nei prossimi giorni.

L’ATTO IN MUNICIPIO XI – La stessa delibera dovrebbe passare alla discussione anche del vicino Municipio XI, l’altro territorio coinvolto dalla progettualità su Tor di Valle. In questo caso sono i consiglieri Palma (Fdi) Sappia e Restivo (Gruppo Misto) ad aver avanzato formale richiesta di discussione. In particolare la volontà dei consiglieri d’opposizione in Municipio XI è quella di arrivare alla discussione in Commissione Urbanistica prima del 9 aprile prossimo, quando il parlamentino di via Mazzacurati sarà chiamato ad esprimersi sulla mozione di sfiducia per il Presidente Torelli, una votazione che aprirà la strada al commissariamento: “A pochi giorni dalla sfiducia – scrive su Facebook Maria Cristina Restivo – è bene far capire in modo chiaro quale sia la posizione del Municipio”.

Leonardo Mancini