Home Notizie Cronaca Roma

Ama, attenti alle truffe: nessuna raccolta nelle abitazioni

Dall’azienda arriva la conferma: “Nessun ritiro a domicilio da parte dei nostri operatori”

SHARE
rifiuti ama raccolta infombranti roma

ROMA – Finti operatori ecologici? Sembra essere questa l’ultima trovata dei malviventi in questo delicato momento d’emergenza nazionale. A renderlo noto è l’Ama in una nota dove rassicura i cittadini sul fatto che gli operatori ecologici non entrano mai all’interno delle abitazioni private, e che “nessun incaricato dell’azienda capitolina ha avuto disposizioni di contattare gli utenti a tale scopo”.

IL TENTATIVO DI TRUFFA

Purtroppo questa comunicazione agli utenti si è resa necessaria dopo una serie di segnalazioni giunte direttamente alla municipalizzata dei rifiuti. Si parla di telefonate da parte di ignoti che si spacciano per dipendenti dell’azienda e offrono il ritiro dei rifiuti all’interno degli appartamenti. “Anche nei quadranti cittadini nei quali è attivo il sistema di raccolta differenziata porta a porta – spiegano dall’Ama – le modalità di ritiro dei rifiuti sono rimaste le stesse di prima: è il cittadino a dover conferire i rifiuti fuori e ad esporre sacchi e/o contenitori, nei giorni ed orari previsti dai calendari di ogni zona.

PROLUNGATE LE CHIUSURE DELLE ISOLE ECOLOGICHE

Intanto l’Ama ha dato seguito anche alle disposizioni del Decreto del Governo del 1 aprile, prorogando le chiusure dei 12 centri di raccolta fino al prossimo 13 aprile. Questo perché, spiegano dall’azienda, “non rappresentano attività essenziali e improcrastinabili per il mantenimento dell’igiene urbana, continueranno a restare chiusi in modo da disincentivare eventuali spostamenti di cittadini e veicoli connessi a conferimenti di rifiuti non urgenti e differibili”. Prorogata anche la chiusura degli sportelli per la Tariffa Rifiuti di via Capo D’Africa 23/b, via Giovanni Amenduni (Ostia) e via Mosca 9, mentre resta attiva l’assistenza online ai cittadini.

Red 

(Foto di repertorio)