Home Municipi Municipio XI

Municipio XI: ad un anno dalla sfiducia slittano le nuove elezioni e si guarda al 2021

Le elezioni slittano al prossimo autunno, ma c’è chi guarda all’opportunità di votare con il resto della Capitale nel 2021

SHARE

MUNICIPIO XI – Il 9 aprile del 2019 nel Consiglio del Municipio XI si votava la sfiducia per il Presidente del M5s Mario Torelli. Quel voto portò alla caduta della maggioranza e allo scioglimento del Consiglio Municipale. Venne reso possibile dall’uscita di alcuni consiglierei penta-stellati dalla maggioranza municipale che votarono per la sfiducia assieme alle opposizioni. Da quel momento in poi il Municipio IX è rimasto senza una guida politica, anche se l’ex minisindaco, Mario Torelli, è stato immediatamente indicato come ‘Delegato’ della Sindaca Raggi per questo territorio. Il territorio di Arvalia sarebbe dovuto andare alle elezioni per il rinnovo del parlamentino nella finestra elettorale di questa primavera tra il 15 aprile e il 15 giugno, ma con il decreto del 6 aprile scorso anche questa tornata di amministrative è stata fatta slittare al prossimo autunno a causa dell’emergenza sanitaria in atto.

LE PROSSIME SCADENZE ELETTORALI

Il Municipio XI sarebbe dovuto andare al voto assieme ad alcuni Consigli Regionali, che quelli di Veneto, Liguria, Campania, Toscana, Marche, Puglia e Valle D’Aosta. Oltre ad un migliaio circa di comuni, quindici capoluoghi di provincia e quattro di regione. Città come Venezia, Reggio Calabria, Trento, Bolzano, Arezzo e Viareggio, che hanno visto spostarsi in avanti le loro consultazioni nella finestra compresa tra il 15 ottobre e il 15 dicembre di quest’anno. Per il Municipio XI questo slittamento rappresenta però un ulteriore problema dal punto di vista delle prossime scadenze elettorali, soprattutto se si pensa che nella primavera del 2021 sia il Comune di Roma che i 15 municipi che lo compongono torneranno alle urne. Considerando la possibile votazione sul Municipio XI alla fine del 2020, la composizione delle commissioni, della giunta e l’inizio dei lavori, un eventuale Amministrazione Municipale resterebbe in carica giusto tre o quattro mesi, prima di essere sciolta per le nuove elezioni.

COSA FARE PER IL MUNICIPIO XI

Al momento non è ancora chiaro quando il Municipio XI andrà al voto, basti pensare che nel momento in cui è iniziata l’emergenza sanitaria non era ancora chiaro quale fosse la data scelta per questa tornata elettorale. Ora con il decreto del 6 aprile scorso appare chiaro che la partita è rimandata all’autunno, ma siamo sicuri che questa sia la finestra più conveniente? Da più parti infatti in questi giorni si è paventato un ulteriore slittamento, in linea con le elezioni amministrative della Capitale. Questo soprattutto nell’ottica di risparmiare fondi ed energie, evitando, allo stesso tempo, di far vivere questo territorio in una campagna elettorale lunga perlomeno nei mesi. Per dare seguito a queste richieste, fin qui espresse in maniera bipartisan dalle forze politiche locali, ci sarebbe bisogno di un ulteriore decreto, staremo a vedere quale decisione verrà presa nei prossimi mesi.

Leonardo Mancini